BASKET

Basket C/Gold: Il vento dell’est trascina il Cus Jonico ai playoff

Seconda vittoria di fila per Taranto, che espugna Vieste. Dusels e Simaitis trascinano i rossoblu, Longobardi è già un punto fermo, gli altri fanno il resto.

Comunicato stampa
10.03.2019 20:33

Il vento dell’est porta il Cus Jonico Basket Taranto dritto ai playoff del primo campionato di serie C Gold in Puglia. Dusels e Simaitis, 22 punti il primo e 18 il secondo, hanno trascinato i rossoblu nella vittoria, seconda di fila, sul parquet della Bisanum Vieste. Un successo che, a una giornata dalla fine della regular season, porta la squadra di coach Olive ad assicurare un posto nella griglia playoff. Scongiurato proprio con questo successo, e la concomitante sconfitta di Mola, il rischio dei playout. Non solo Dusels e Simaitis a Vieste, un grande Longobardi che dopo una settimana di ambientamento ha calato sul parquet dauno una prestazione monstre, 15 punti partendo dalla panchina. E poi il consueto apporto di tutti per un traguardo che solo due settimane fa sembrava svanire.

Minuto di raccoglimento per la morte di Alberto Bucci

Squadra che vince non si cambia, coach Olive conferma il quintetto vittorioso con Altamura: Giovara, Baraschi, Pannella, Simaitis e Dusels. La risposta di coach Ciociola è Markovic, De Angelis, Simeoli, Compagnoni e Samija. Simeoli comincia con la mano calda, 4-0. Ma Dusels non è da meno, due canestri e tiro libero aggiuntivo per il sorpasso, Pannella e Giovara fanno il resto 6-9. Vieste si affida a Markovic che infila 5 punti, e con Compagnoni costruisce un break di 8-0 che ribalta il punteggio sul 14-9 per i padroni di casa. Dusels è ispirato, tiene in scia i rossoblu che nel finale di quarto, con l’ingresso di Longobardi hanno uno sprint che si concretizza con il sorpasso firmato Dusels-Giovara, 18-19. Secondo quarto che si apre col canestro di Simaitis. Longobardi è sempre più in sintonia con i giochi offensivi, segna e risegna per un Cus che scappa via con la tripla di Dusels, 20-31 in avvio con break di 12-2 dei rossoblu. Markovic prova a svegliare i suoi ma c’è anche l’apporto di Martignago dalla panchina di Taranto. Ed allora Markovic si mette in proprio, segna e prende falli, infallibile dalla lunetta dimezzando il gap fino al 29-34 con cui si va all’intervallo.

Il giocatori del Cus fanno festa negli spogliatoi

Al rientro in campo dagli spogliatoi segna subito Dusels, poi coach Ciociola si becca un tecnico per proteste. Simaitis converte il libero e Giovara realizza nell’extra possesso successivo. Buon momento per Taranto, Simaitis ancora per il +10. Markovic sembra predicare nel deserto per Vieste, Longobardi invece è tarantolato, segna e subisce il fallo realizzando il libero supplementare, poi Dusels va per il +13. C’è il solito canestro di Markovic ma Simaitis va di tripla per il +14. Ma Vieste non molla ed è trascinata dal solito Markovic che segna a ripetizione dimezzando ancora una volta il divario fino al -6. Capitan Baraschi ci mette una pezza da tre ma Simeoli e Compagnoni tengono la partita apertissima per il 47-53 alle soglie dell’ultimo quarto.

Che inizia nel segno di Martignago. Samija e Vorzillo accorciano, Dusels e Simaitis tengono il vantaggio cussino sul +9 ma la tripla di Lauriola rimette tutto in discussione. Longobardi è una marcia in più per gli ospiti, due canestri vitali per Taranto che tiene a distanza di 8 Vieste. Ma non è finita, partita che torna in discussione con la regola del quattro: Vorzillo infila 4 punti e a 4’ dalla fine porta i suoi a -4. E allora c’è bisogno di tutta la freddezza dell’est cussino, Dusels e Simaitis portano a segno due azioni decisive per il nuovo +8 che a 3’ dalla fine sa di buon esito. Ed infatti il canestro di Campagnoni è il canto del gallo per la Sunshine, i liberi di Simaitis invece sono il punto esclamativo sulla seconda vittoria di fila per il Cus Jonico che mette in cassaforte playoff. Da capire in che posizione e contro quale squadra, ma prima, domenica prossimo al PalaFiom contro Monopoli l’ultima giornata della regular season.

Kart: A Muro Leccese nuovi leader al comando in WSK
Volley C/F: Una brutta Vibrotek cade in casa, salvezza complicata