ALTRI SPORT

Atletica: Console seconda alla Corsa dell'Angelo a Udine

Redazione
31.12.2018 18:20

Quinta edizione della Corsa dell'Angelo, gara nazionale Fidal che si è corsa in un pomeriggio di sole nel centro storico di Udine alla presenza di alcuni dei più forti atleti italiani, sia tra gli uomini che tra le donne. Molti gli atleti delle categorie promozionali, dagli esordienti agli allievi, che nel giro di 1000m hanno gareggiato davanti alle molte persone venute a sostenerli. A vincere la gara clou, partita allo scoccare delle 15:45, con pit-lane in via Mercatovecchio, sono stati Stefano La Rosa e Anna Incerti, ma non si è trattato di una pura formalità, la gara infatti ha visto una doppia sfida molto interessante. Allo sparo, subito alti regimi con passaggio di 2'53'' per il gruppo di testa. In mostra il gruppo dell'Atletica Trieste con Seppi, Quattrone e Tripodi. A dettare il ritmo dal 5°Km due "cavalli di razza" come Stefano La Rosa (Carabinieri Bologna) e Marco Salami (C.S. Esercito) con un inaspettato, ma non troppo, Tripodi. Il ragazzo di Trieste, capace di correre i 5000m in 14'11'' si è ben mostrato, rilanciando anche qualche attacco fatto dai due campioni. Ultimo giro, passaggio testa a testa di La Rosa e Salami seguiti a 15'' da Tripodi. Il grossetano La Rosa ha avuto la meglio su Salami (C.S. Esercito) solo alla fine di una spettacolare volata che lo ha visto chiudere i 10.000 (su un percorso da 1 km) in 30'06", un solo secondo meglio del mantovano residente da alcuni anni nel reggiano. 

La gara femminile è stata condotta con accortezza, e passaggi regolari della campionessa europea di maratona Anna Incerti (Fiamme Azzurre) e della collega azzurra Rosalba Console delle Fiamme Gialle. Le due vantano 5 Olimpiadi corse, 10 medaglie europee individuali ed a squadre, 3 medaglie ai Giochi del Mediterraneo, due alle Universiadi e numerosi altri titoli. Sprint finale anche per loro all'ingresso di piazza Libertà con vantaggio della siciliana di Udine di soli 2'' sulla pugliese i Crispiano in 34'56''. Terza la giovane Del Pino che ha qui scritto l'inizio delle sue avventure nel mondo del podismo di alto livello. Cerimonia di chiusura ricca di spettatori con la presenza delle autorità del capoluogo friulano ai piedi della Loggia del Lionello "colorata" in tricolore per l'evento. Fonte: Podisti.net

Serie D/H: Bitonto, 7 reti alla F. Altamura in amichevole
Taranto: ‘Che il 2019 ci regali le soddisfazioni che meritiamo’