Serie C

Playoff Serie C: Reggiana, maxi stangata dal giudice sportivo

Super multa al club, squalifiche per dirigenti, allenatori, medici, massaggiatori e calciatori

04.06.2018 19:06

CALCIATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER OTTO GARE EFFETTIVE

ALTINIER CRISTIAN (REGGIANA) perché al termine della gara avvicinava l'arbitro protestando con veemenza e, rivolgendogli reiterate e gravi frasi offensive, lo minacciava di morte.

SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE 
BASTRINI ALESSANDRO (REGGIANA) per comportamento offensivo verso l'arbitro durante la gara. 

CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA' IN AMMONIZIONE (II INFR) 

BACLET ALLAN PIERRE (COSENZA)
RANELLUCCI ALESSANDRO (FERALPISALO’)
MANFRIN GIANNI (REGGIANA)
CONSON DIEGO (SAMBENEDETTESE)
MIRACOLI LUCA (SAMBENEDETTESE)
PERINA PIETRO (SAMBENEDETTESE)
RINALDI MICHELE (VITERBESE CASTRENSE)

DIRIGENTI
INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO il 30 SETTEMBRE 2018 E AMMENDA € 1.000,00

MAGALINI GIUSEPPE (REGGIANA) Perché, in occasione dell'assegnazione di un calcio di rigore contro la propria squadra, entrava indebitamente sul terreno di gioco ed avvicinava l'arbitro con atteggiamento minaccioso protestando in modo veemente e reiterato e rivolgendo allo stesso insulti e minacce; tale comportamento veniva reiterato al termine della gara (espulso, r.quarto ufficiale, panchina aggiuntiva).
MALPELI MICHELE (REGGIANA) Perché, in occasione dell'assegnazione di un calcio di rigore contro la propria squadra, entrava indebitamente sul terreno di gioco ed avvicinava l'arbitro con atteggiamento minaccioso protestando in modo veemente e reiterato e rivolgendo allo stesso insulti e minacce; tale comportamento veniva reiterato al termine della gara (espulso, r.quarto ufficiale).

ALLENATORI
SQUALIFICA PER CINQUE GARE EFFETTIVE E AMMENDA € 1.000.00 

BRESCIANI MARCO (REGGIANA) perché, in occasione dell'assegnazione di un calcio di rigore contro la propria squadra, entrava indebitamente sul terreno di gioco ed avvicinava l'arbitro con atteggiamento minaccioso protestando in modo veemente e reiterato e rivolgendo allo stesso insulti e minacce; tale comportamento veniva reiterato al termine della gara (espulso, r.quarto ufficiale, panchina aggiuntiva). 
LA ROSA MASSIMILIANO (REGGIANA) Perché, in occasione dell'assegnazione di un calcio di rigore contro la propria squadra, entrava indebitamente sul terreno di gioco ed avvicinava l'arbitro con atteggiamento minaccioso protestando in modo veemente e reiterato e rivolgendo allo stesso insulti e minacce; tale comportamento veniva reiterato al termine della gara (espulso, r.quarto ufficiale). 
ROSSI ANDREA (REGGIANA) Perché, in occasione dell'assegnazione di un calcio di rigore contro la propria squadra, entrava indebitamente sul terreno di gioco ed avvicinava l'arbitro con atteggiamento minaccioso protestando in modo veemente e reiterato e rivolgendo allo stesso insulti e minacce; tale comportamento veniva reiterato al termine della gara (espulso, r.quarto ufficiale, panchina aggiuntiva). 
TEDESCHI ANDREA (REGGIANA) Perché, in occasione dell'assegnazione di un calcio di rigore contro la propria squadra, entrava indebitamente sul terreno di gioco ed avvicinava l'arbitro con atteggiamento minaccioso protestando in modo veemente e reiterato e rivolgendo allo stesso insulti e minacce; tale comportamento veniva reiterato al termine della gara (espulso, r.quarto ufficiale, panchina aggiuntiva). 

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA 
RIVETTI FLAVIO (FERALPISALO’) per comportamento non regolamentare in campo e reiterate proteste verso l'arbitro durante la gara (espulso). 
TOSCANO DOMENICO (FERALPISALO’) per comportamento non regolamentare in campo e reiterate proteste verso l'arbitro durante la gara (espulso). 

MEDICO
SQUALIFICA PER TRE GARE EFFETTIVE
 
TAGLIA FRANCO (REGGIANA) perché durante la gara si alzava dalla panchina, avvicinava un raccattapalle e gli strappava il pallone di mano per restituirlo ad un proprio calciatore. Invitato da un addetto federale a rientrare in panchina, con atteggiamento minaccioso gli rivolgeva un'espressione offensiva. 

MASSAGGIATORE
SQUALIFICA PER CINQUE GARE EFFETTIVE E AMMENDA € 1.000,00 

MASTINI GIANFRANCO (REGGIANA) perché, in occasione dell'assegnazione di un calcio di rigore contro la propria squadra, entrava indebitamente sul terreno di gioco ed avvicinava l'arbitro con atteggiamento minaccioso protestando in modo veemente e reiterato e rivolgendo allo stesso insulti e minacce; tale comportamento veniva reiterato al termine della gara (espulso, r.quarto ufficiale, panchina aggiuntiva).

€ 10.000,00 REGGIANA perché propri sostenitori, in campo avverso, dopo aver divelto numerosi seggiolini del settore loro riservato li lanciavano sul terreno di gioco al termine della gara senza conseguenze; i medesimi (individuati in circa 200 unità), al termine della gara scavalcavano la recinzione del settore loro riservato ed invadevano il campo di gioco con atteggiamento minaccioso cercando il contatto fisico con i sostenitori della squadra avversaria, prontamente respinti dall'intervento delle forze dell'ordine; i medesimi danneggiavano le strutture e i servizi del settore dell'impianto sportivo loro riservato; perché propri tesserati danneggiavano le strutture ed i servizi dello spogliatoio loro riservato (obbligo risarcimento danni, se richiesto,r.proc.fed.,r.c.c.)

€ 5.000,00 SIENA perché propri sostenitori (individuati in circa 20 unità) al termine della gara, scavalcata la recinzione, invadevano il campo di gioco con atteggiamento minaccioso cercando il contatto fisico con i sostenitori della squadra avversaria, prontamente respinti dall'intervento delle forze dell'ordine

€ 3.000,00 SAMBENEDETTESE perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel recinto di gioco cinque petardi senza conseguenze; dal settore occupato dai medesimi veniva lanciato sul terreno di gioco un rotolo di alluminio che cadeva nelle vicinanze di un assistente arbitrale senza colpirlo

 

Commenti

Serie C: Crisi Trapani, lascia il presidente Morace
Serie B: Bari, mano pesante del giudice sportivo