Serie B

Serie B: Il Foggia travolge la Salernitana, speranze salvezza vive

I rossoneri ritrovano la vittoria grazie a Deli, Greco (rigore) e Iemmello.

Armando Borrelli
01.05.2019 17:22

Iemmello esulta dopo aver siglato la rete del 3-1

Il Foggia batte 3-1 la Salernitana allo “Zaccheria”, ritrovando la vittoria e mantenendo vive le speranza di salvezza.

LA PARTITA Dopo una fase di studio, la prima occasione giunge al 14’, quando il calcio di punizione dai 30 metri di Kragl, indirizzato verso la porta, viene deviato in angolo. Passano 120 secondi e il Foggia trova il vantaggio: Busellato recupera un pallone vagante, Mazzeo lo gira di prima intenzione verso Iemmello il cui tiro viene respinto centralmente da Micai, sulla ribattuta si fionda Deli che brucia il diretto marcatore ed infila in spaccata in rete. La Salernitana non riesce a reagire ed al 19’ subisce anche il raddoppio dei “Satanelli”: Akpa Akpro stende in area Ranieri ed il direttore di gara decreta il rigore; sul dischetto si presenta Greco che incrocia il mancino e spiazza Micai. La punizione di Pucino al 26’ viene deviata dalla barriera rossonera in corner, ma la ghiotta occasione per i campani di riaprire il match giunge al 43’, con Mazzarani che si incunea in area e si libera per il tiro trovando però la pronta ed attenta reazione di Leali, abile a deviare in angolo. La prima occasione della ripresa giunge al 49’ con Mazzeo che, ben lanciato da Iemmello, sbaglia l’ultimo controllo e spara addosso a Micai. Billonga al 53’ chiude su Jallow con giusto tempismo, al 53’ l’incornata di Calaiò termina alta ed al 58’ la Salernitana accorcia poi le distanze: Odjer lascia partire un cross dalla destra verso Jallow che controlla il pallone ed insacca con il destro alle spalle di un incolpevole Leali. Sull’azione seguente però il Foggia ritrova immediatamente il doppio vantaggio: Deli rientra sul destro e lascia partire dalla sinistra un cross sul secondo palo dove si fa trovare Iemmello ben appostato che incorna battendo Micai. Al 66’ ed al 68’ doppia occasione per il subentrato Matarese, che prima trova attento Micai e poi viene disturbato al momento del tiro, mentre al 72’ Odjer calcia dalla distanza senza impensierire Leali che blocca, così come con Akpa Akpro al 75’ e ad al 78’. Matarese viene murato all’81’ dopo un velo di Iemmello su buon cross basso dalla destra di Zambelli, poi all’88’ dopo un liscio di Martinelli il pallone diventa buono per Jallow il cui destro a giro termina sul fondo. Nel recupero c’è tempo per la zuccata di Calaiò che termina a lato sugli sviluppi di una punizione battuta da Rosina ed un tiro di Odjer che termina alto sulla traversa.

LA CLASSIFICA Il Foggia aggancia il Venezia in classifica a quota 34 punti, ma rimane dietro ai lagunari a causa dello svantaggio negli scontri diretti, portandosi anche a -1 dal Livorno. La Salernitana rimane a quota 38 punti in classifica e si trova ora solo a 3 punti di vantaggio sul Livorno quintultimo, con salvezza ancora tutt’altro che certa a 180 minuti dalla fine del campionato.

FOGGIA-SALERNITANA 3-1

RETI: 16’ Deli (F), 19’ rigore Greco (F), 58’ Jallow (S), 59’ Iemmello (F)

FOGGIA 352: Leali; Martinelli, Billong, Ranieri; Gerbo, Busellato, Greco (71’ Zambelli), Deli (83’ Cicerelli), Kragl; Mazzeo (56’ Matarese), Iemmello. Panchina: Noppert, Loiacono, Arena, Ngawa, Galano, Chiaretti, Cavallini, Boldor, Di Masi. All. Grassadonia.

SALERNITANA 352: Micai; Mantovani, Migliorini, Pucino; Casasola (46’ Calaiò), Akpa Akpro, Minala, Odjer, Memolla; Mazzarani (64’ Rosina), Jallow. Panchina: Vannucchi, Anderson, Vuletich, Gigliotti, Schiavi, Volpicelli, Orlando, Anderson, Lazzari. All. Gregucci.

ARBITRO: Ros di Pordenone; ASSISTENTI: Formato di Benevento e Rossi di Novara. QUARTO UOMO: Abbattista di Molfetta

AMMONITI: 3’ Migliorini (Sal), 18’ Akpa Akpro (Sal), 25’ Greco (Fog), 78’ Pucino (Sal), 82’ Matarese (Fog), 85’ Kragl (Fog).

Eventi: Questione ambientale, il 4 maggio corteo nazionale
Serie B: Salernitana, Gregucci e calciatori contestati a fine gara