FUTSAL

Futsal C1/M: A.Conversano, De Marinis ‘Nostra classifica bugiarda’

Analisi del segretario azzurro alla vigilia dell'ultima gara di campionato: ‘Conta solo il risultato’

Comunicato stampa
29.03.2019 13:30

Si recupera domani (sabato 30 marzo) la ventitreesima giornata del campionato regionale di Serie C1con gli Azzurri Conversano che andranno a far visita al Futsal Brindisi. Situazione di classifica parecchio ingarbuiata per i padroni di casa che hanno un unico risultato a disposizione per provare ad evitare il terz'ultimo posto in graduatoria, mentre sul fronte opposto capitan Renna e compagni devono anch'essi cercare di fare risultato per sperare di non disputare lo spareggio playout sul quale dalla federazione non sono ancora giunte notizie certe. Si preannuncia, dunque, un pomeriggio avvincente ed emozionante presso il pala Da Vinci dove il segretario azzurro Pierpaolo De Marinis si aspetta un Conversano carico e determinato: “Nonostante squalifiche e acciacchi vari, so che i ragazzi faranno di tutto per portare a casa i tre punti. Sarebbe bello chiudere la regular season con una vittoria”. Una regular season sulla quale, in attesa di comunicazioni ufficiali da parte della federazione, si può stilare un bilancio finale: “La stagione che si sta per concludere, date anche le tante vicessitudini, in particolare le numerose partenze quasi per nulla rimpiazzate, non può far altro che renderci fieri dei ragazzi. Forse da qualcuno mi sarei aspettato un qualcosa in più, ma così non è stato. Sono molto soddisfatto della tenuta atletica dei ragazzi, il che significa che il lavoro svolto dallo staff tecnico è stato fantastico, basti guardare un giocatore come Detomaso che tutti davano per finito. Credo che la classifica non rispecchi assolutamente il nostro valore, ma lo sport è cosi, alla fine quello che piu conta è il risultato”. A Brindisi dirigono l'incontro i sigg. Tommaso Traetta e Sergio Federico La Forgia della sezione di Molfetta. Fischio d'inizio alle ore 16.

Teatro: Giuseppe Battiston con ‘Winston vs Churchill’ a Taranto
Nardò: Molinari, 'Se segno non esulto, Taranto è casa mia'