Cultura, musica e spettacolo

Palcoscenico d'estate, quando il teatro diventa riflessione

Cosimo Vestita
26.07.2018 11:52

Continua la rassegna estiva all' aperto di teatro, cabaret e musica. Mercoledi 24 luglio era in programma al (Circolo Ricreativo   Dipendenti Difesa): " 'A madonna sape ci porte le recchine", interpretato in scena dalla  "Compagnia di Lino Conte". Spettacolo di cabaret e sketch ideato e scritto da Aldo Salamino, con la regia di Lino Conte. Il duo tarantino, ormai "coppia" consolidata, si è rivolta al pubblico con due tempi di novanta minuti circa, riscuotendo un enorme successo. Infine, per Blunote, abbiamo ascoltato entrambi i personaggi:

Aldo Salamino: "Questi sketch, come tutti i lavori teatrali, vengono provati e riprovati tante volte. Alcuni di questi, sono stati scritti da me: quindi è un piacere che, la compagnia porti in scena i miei lavori. Mi piace sottolineare che, siamo la compagnia più longeva del panorama teatrale. Ci siamo divertiti molto, abbiamo voluto dare un prodotto diverso dalla commedia. Abbiamo scelto le gag, sicuramente, hanno un impatto più  immediato, per cui la gente si diverte in maniera costante. Questo volevamo fare, e, questo abbiamo fatto. Poi, abbiamo voluto stigmatizzare il comportamento di noi tarantini nella componente decoro della città: perchè il teatro, secondo me, deve sempre lasciare una riflessione".

Il pubblico risponde bene alla nostra rassegna: "Palcoscenico d' estate sempre più crescente: questo ci fa un enorme piacere, un ulteriore scomessa che sta avendo tanti consensi".

Lino Conte: "Abbiamo voluto ricordare i grandi del varietà che, hanno fatto grande  sia la televisone che il cinema. Quando programmo un lavoro: sono consapevole cosa la gente vuole. Siamo in un momento storico, dove la gente ha bisogno di ridere: come ho già dichiarato alla stampa, ormai è difficile vedere gente sorridente in giro per la città, quindi la risata è un ottima terapia. Lo spettacolo parte proprio con l'esigenza di divertirci: la nostra è una missione, facciamo davvero tanti sacrifici con tutto il cuore. D' altronde quando riceviamo tanti consensi, come quelli di stasera, vuol dire che abbiamo lavorato bene".

La spalla ideale: "Avevo bisogno di una persona come Aldo Salamino: per 45 anni ho organizzato gli eventi da solo, ho avuto tante collaborazione, ma con lui ho trovato la sinergia giusta".

 

 

 

Brindisi: Cambio di programma, in ritiro fuori regione
Taranto: Ritiro, affaticamento per Van Brussel