Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Basket/C Silver: Martina, a Manfredonia un sconfitta che brucia

Venerdì 4 Novembre 2016 17:29 in BASKET 81 Comunicato Stampa

Una sconfitta che brucia quella maturata sul parquet di Manfredonia, teatro del solito finale thrilling in cui la Valle d’Itria Basket Martina incappa senza riuscire a portare a casa il risultato sperato e, per certi versi, meritato. Come contro Francavilla, Cerignola e Ostuni, a fare la differenza in negativo è stata una gestione sbagliata degli ultimi possessi, unita a una tenuta difensiva non propriamente efficace sui principali tiratori avversari, che ha permesso a Padalino di infilare la tripla della vittoria a 2 secondi dalla fine e tramutare in beffa la gioia di una vittoria ormai in pugno ma sfumata sul punteggio di 72-71.

LA GARA. Che il match in questione sarebbe filato via al’insegna dell’equilibrio si capisce sin dalla palla a due quando inizia il botta e risposta tra le due formazioni, con i padroni di casa dell’Angel bravi a chiudere in vantaggio sul 21-18 il primo quarto, grazie a un ottimo Dispinzeri a cui fa eco Argento per il Martina.

Nel secondo periodo si concretizza il sorpasso della Valle d’Itria Basket con un tiro in sospensione di Gray che fissa il risultato sul 23-24. Il momento è favorevole ai blu-arancio di Terruli che ottiene risposte positive e punti anche da Nwokoye e Russo, gettati nella mischia per consentire a Carmon e Lasorte di rifiatare. I 6 punti di fila del Martina, caratterizzati da due bombe di Gray e Colnago e dal piazzato di Argento, portano gli ospiti a toccare il + 6 (26-32) a metà frazione. Break che prosegue con un’altra tripla realizzata da Gray per il massimo vantaggio Martina sul 26-35. Ecco arrivare allora la reazione dell’Angel Manfredonia che, con Wright prima e Dispinzeri poi, riaccorcia le distanze nel finale di quarto chiusosi sul 35-38.

Al rientro dagli spogliatoi non cambia l’andamento della gara e l’elastico tra le due squadre prosegue senza che la Valle d’Itria riesca ad incrementare il proprio vantaggio sugli uomini allenati da Ciociola. I protagonisti del periodo sono ancora Wright e Gray, a cui si affianca Carmon che inizia a far sentire il suo peso nel pitturato. Sarà però Dispinzeri ad impattare il risultato sul 48-48 al 27’, prima del nuovo allungo arancio-blu firmato dalla coppia Carmon-Gray che riportano sul +6 la Valle d’Itria. L’Angel si aggrappa così ai punti di Johnson che insieme al libero di Gramazio fissano il parziale di fine terzo quarto sul 51-54.

Negli ultimi 10’, grazie alle giocate di un monumentale Gray (MVP con 26 punti e 3 assist, ndr), i ragazzi di coach Terruli mantengono un vantaggio minimo fino a 3’ dal termine quando 6 punti consecutivi di Argento fanno volare la Valle d’Itria sul 63-70. Il +7 a 2.26’ dalla fine potrebbe costituire un vantaggio non rassicurante ma, al tempo stesso, decisivo per il Martina che invece, ancora una volta, vede materializzarsi gli spettri della rimonta avversaria sotto forma di Dispinzeri che piazza due bombe impossibili per il -1 Manfredonia (69-70 a 33’’ dalla fine). Non è finita: Gray mandato in lunetta fa 1/2 a 12’’ dalla sirena e permette così all’Angel di giocarsi l’ultimo possesso per la vittoria. 12’’ in cui succede di tutto e l’impossibile si trasforma in possibile grazie a Padalino, abile a sfruttare uno scarico nell’angolo, dopo un rimbalzo offensivo, e realizzare l’incredibile canestro della vittoria allo scadere. Manfredonia batte così la Martina per 72-71 tra gli applausi del pubblico di casa, incredulo e festante.

Angelo Manfredonia - Valle d’Itria Martina 72-71

21-18; 35-38; 51-54

Manfredonia: Wright 22, Vitulano ne, Chiappinelli 6, Gramazio, Padalino 6, Dispinzeri 17, Totaro 2, Miscio ne, Johnson 13. Coach Ciociola

Martina: Caroli ne, Carmon 11, Terruli, Russo 2, Nwokoye 2, Lasorte 3, Gray 26, Lombardo ne, Colnago 12, Argento 15. Coach Terruli

Arbitri: Porcelli e Acella di Corato .

Note: Manfredonia TL 7/13 T3 9/20. Martina: TL 6/11 T3 9/20.

Nella foto, Gray al tiro nella gara di manfredonia