TARANTO

Savoia: Diakite, 'A Taranto poca continuità e tanta sfortuna’

L'ex rossoblù a Blunote: 'Se vogliamo fare punti dovremo essere perfetti'

Alessio Petralla
08.02.2019 15:49

Adama Diakite - Foto Il Cigno Art/US Savoia 1908

E’ uno degli ex di Taranto-Savoia, Adama Diakite, che domenica tornerà allo “Iacovone” da avversario e che presenta così la partita a Blunote: “A Torre Annunziata mi sto trovando benissimo. Non pensavo che il mio inserimento sarebbe stato così facile. Ho trovato un gruppo fantastico composto da veri uomini. Inoltre, ho appreso subito gli schemi del tecnico. Anche in campo mi intendo alla grande con i compagni”.

LA SETTIMANA: “L’abbiamo affrontata sapendo che domenica giocheremo con una grandissima squadra, una corazzata che ha pochissimi punti deboli. Se vorremo fare punti dovremo sbagliare poco e niente ed essere bravi nella preparazione”.

FORMAZIONE: “Mancherà Gatto squalificato. Per il resto siamo tutti arruolabili”.

CONSIGLI: “Il Taranto ha grandi calciatori, ma non ho dato nessun consiglio per i miei compagni perché della preparazione del match se ne occupa il tecnico Campilongo. Conosco tutti i calciatori rossoblu, è da mercoledì che studiamo per fermarli”.

L’AMBIENTE: “Il Taranto è in fiducia per le vittorie e le ottime prestazioni. Conosco l’ambiente, è caldo e caloroso, pertanto mi aspetto una gran cornice di pubblico. Se vorremo fare punti dovremo essere perfetti”.

LA GARA: “Sarà una bellissima partita tra due squadre che giocano a viso aperto: nessuna si chiuderà. Prevedo occasioni da ambo le parti”.

LE INSIDIE: “E’ difficile individuare un solo elemento del Taranto da temere. Sono tutti forti e potrebbero essere titolari ovunque. Dovremo fare attenzione a ognuno di loro. Gli ionici dispongono di under molto validi, che sembra giochino a calcio da anni”.

IL CAMPIONATO: “E’ un girone difficile, complicato. Nella parte alta non ci sono sorprese, Taranto e Cerignola hanno mentenuto i pronostici. Il Picerno è una buona squadra, ma non pensavo durasse così a lungo in vetta. Sorprende la nostra posizione di classifica: potevamo avere più punti. Nella zona bassa, le campane sono in difficoltà e questa si può ritenere una sorpresa. Sarà un campionato tosto ed equilibrato fino alla fine”.

TARANTO: “Quest’anno non ho avuto la continuità necessaria. Poi sono stato sfortunato con l’infortunio rimediato proprio a Torre Annunziata”.

FOTO SCIPPA

Si ringraziano:

Taranto: Ferrara, ‘Diakite gran calciatore, servirà attenzione’
Taranto: D’Agostino, Di Bari e Salatino a disposizione