BASKET

Basket C/Gold: Cus Jonico, coach Olive ‘Premiati gli sforzi di tutti’

L’allenatore di Taranto esulta per il ritorno al successo contro Altamura e si dimostra altruista: ‘Merito anche di chi mi ha preceduto sulla panchina. Dobbiamo migliorare ancora’

Comunicato stampa
05.03.2019 14:42

“Il risultato positivo contro Altamura premia gli sforzi per cambiare rotta, ora bisogna continuare su questa direzione”. Così coach Davide Olive ha commentato a caldo il ritorno al successo del Cus Jonico Basket Taranto che dopo 9 sconfitte di fila è tornato alla vittoria sabato scorso battendo al Palafiom la Libertas Altamura. Per il tecnico di Mesagne, alla seconda partita sulla panchina rossoblu, è stato il primo successo “tarantino”. Grande gioia ma anche umiltà e altruismo nel rivolgere un pensiero a chi, coach Caricasole, era riuscito a portare il Cus al quarto posto nel girone d’andata: "Voglio dare il giusto riconoscimento a chi mi ha preceduto per aver lavorato comunque bene nonostante i risultati negativi nella seconda parte di stagione. Io mi sono limitato solo al lavoro psicologico e mentale per tentare di scacciare dalla testa dei giocatori la sindrome perdente che purtroppo era subentrata nelle ultime gare”. 

Ovviamente c’è qualcosa che il tecnico ex Francavilla ha portato durante gli allenamenti: “Abbiamo lavorato tanto in settimana sui giochi della squadra avversaria, cercando di limitare i loro punti di forza, ma soprattutto non farci battere nell’uno contro uno ed aiutarci sui raddoppi. Dobbiamo migliorare qualcosa in attacco, c’è tanto talento, magari facciamo anche canestro ma spesso forzando dal palleggio quando potremmo trovare canestri più facili visto che in tanti hanno punti nelle mani”.

Il ritorno su certe cifre e percentuali di Simaitis, la costanza di Dusels, il gioco illuminato di capitan Baraschi e l’apporto di tutti, da Pannella in doppia cifra a Giovara passando per Bitetti e Martignago fino all’ultimo arrivato, Longobardi. Ma coach Olive sa che a due giornate dalla fine della regular season non ci si può distrarre: “La squadra aveva bisogno di una scossa e speriamo che questa vittoria ce l’abbia data in modo da andare a Vieste con la stessa determinazione. Longobardi ci ha dato tanto, soprattutto in difesa, con un solo allenamento alle spalle, ora dobbiamo inserirlo meglio nei nostri giochi offensivi. C'è ovviamente ancora da lavorare sul piano del gioco ma con l'aiuto dei ragazzi, dei dirigenti e dei tifosi faremo di tutto per guadagnare posti migliori in classifica. Vieste sarà importante per capire quale sarà il nostro futuro in post season".

Ricordiamo che le prime sei in classifica faranno direttamente i playoff, dal 7° al 10° posto ci saranno due spareggi per accedere ai playoff, le ultime due in classifica faranno i playout. Il Cus Jonico è attualmente 10° con 14 punti a soli due punti dal terzetto Monteroni, Francavilla e Altamura.

Intervista in collaborazione con Toni Cappuccio

Istituzione Giornata Nazionale Vittime Inquinamento Ambientale
Serie D: Nuova panchina per l’ex Taranto Aldo Papagni