BASKET

Basket: Scommesse su campionati giovanili, Fip apre inchiesta

07.02.2019 18:00

La Federbasket ha già aperto un'inchiesta sulla vicenda delle scommesse effettuate sui campionati giovanili denunciata dal Corriere della Sera. Lo si apprende da fonti della federazione presieduta da Gianni Petrucci, che sottolineano come sia allo studio una proposta - di intesa con il Coni - da presentare al governo affinchè si apra l'iter per una legge che vieti le scommesse sui campionati giovanili. Legge che peraltro è già in vigore in alcuni Paesi, come ad esempio la Danimarca. La vicenda delle scommesse online su partite in Italia del campionato regionale Under 20 di basket è stata svelata dal 'Corriere della Sera' e in precedenza dal giornale sloveno 'Primorski'. Il fenomeno sarebbe in voga soprattutto in paesi dell'Asia come Giappone e Filippine. Tutto è nato quando alcuni siti di scommesse online hanno deciso d'inserire partite di questo torneo in cui quasi sempre si esibiscono dei minorenni. Un 'bookie' del calibro di bet365.com, che è stato anche sponsor di maglia dello Stoke City in Premier League e più di tutti crede nella diretta streaming degli eventi, ha dato la possibilità di scommettere sulle partite under 20 italiane perfino in tempo reale, ovvero nel corso del match, con quote che si modificavano a seconda dell'andamento della partita. A causa del fatto che sul sito della Fip i risultati dei torneo regionali under 20 vengono pubblicati con qualche giorno di ritardo, queste società di scommesse hanno 'disseminato' sul territorio una serie di osservatori capaci, grazie a specifiche applicazioni, di tenere aggiornati 'minuto per minuto' chi è intenzionato a fare una puntata. Ecco allora che, per evidenti motivi morali e di opportunità, che la Fip ha deciso di muoversi aprendo un'inchiesta.

Taranto: Lavoro differenziato per Di Bari e D’Agostino
Savoia: Verso Taranto, tre gol all'Afragolese nel test del giovedì