CRONACA

Verdi Puglia: Appello alle donne e agli uomini pugliesi

Per la marcia globale per il clima

Comunicato stampa
08.03.2019 22:06

Il prossimo 15 marzo, in tutto il mondo uomini e donne, ragazze e ragazzi, di ogni  età e condizione, abbandoneranno i luoghi di lavoro, le aule scolastiche ed ogni altra occupazione e scenderanno in strada, per chiedere a chi ci governa di affrontare finalmente con il dovuto impegno le emergenze climatiche. Sono i giovani in particolare, sull’esempio di Greta, la giovane svedese che ha dato inizio agli scioperi del “venerdì per il futuro”, a reclamare con forza un cambiamento di rotta rispetto alle politiche energetiche, industriali, alimentari  dell’attuale sistema economico, divenute ormai una minaccia per la sopravvivenza della vita stessa sul nostro Pianeta. 

La Puglia non è certo esente da tali minacce, ma subirà anch’essa nell’immediato futuro le pesanti conseguenze dei mutamenti climatici, le cui prime avvisaglie abbiamo già potuto sperimentare con le trombe d’aria che hanno devastato il Salento nei mesi scorsi. Ma decise modificazioni dell’ecosistema marino e terrestre stanno già condizionando in negativo la nostra agricoltura e la pesca. Molto si può fare, anche nel territorio pugliese, per arginare e contrastare tutti gli impatti climalteranti dovuti all’attività dell’uomo: dalle emissioni della grande industria, al consumo di suolo, all’uso indiscriminato del trasporto su strada, all’uso quasi esclusivo delle fonti fossili. Molto si può fare per incentivare le energie rinnovabili, ridurre drasticamente la produzione e l’uso di beni non essenziali, indurre nei cittadini comportamenti responsabili. Molto si può fare, purché lo si faccia presto: le stesse Nazioni Unite, dopo gli allarmi lanciati da tutto il mondo scientifico, quantificano in dieci anni il tempo restante per fermare la corsa al mutamento irreversibile del clima.

È opportuno pertanto che anche i Pugliesi levino alta la loro voce per pretendere dal governo nazionale, da quello regionale e dagli amministratori locali l’immediata messa in campo di politiche adeguate. La Federazione regionale dei Verdi di Puglia rivolge un accorato appello a tutte le componenti politiche, sociali, imprenditoriali, sindacali del popolo pugliese affinché non lascino passare la data del prossimo 15 marzo nell’indifferenza, ma al contrario si attivino massicciamente per scendere in strada e chiedere niente di meno che la certezza del futuro per noi e per i nostri figli, come accadrà in ogni parte del globo.

Oggi vogliamo ricordare con ammirazione in modo particolare le donne pugliesi che sono in prima linea nelle battaglie per l'ambiente con le loro competenze di pediatre, di ricercatrici, di studentesse, di mamme e di mogli perché tra le tante forme di violenza che subiscono le donne, c'è anche quella ambientale. L'8 marzo sia anche la giornata per la salute delle donne danneggiata da scelte insensate che mettono a rischio il diritto alla vita per favorire le grandi imprese e le ecomafie dei rifiuti e la chimica.

-- 

Ex Ilva: Sud in Movimento al fianco dei cittadini di Taranto
Crisi settore edile a Taranto e Brindisi, nota di Silvio Gullì