Eccellenza

Agropoli: Dg Gorelli, 'Noi giovani, ma proveremo a giocarcela'

Il dirigente dei campani a Blunote: 'Cercheremo di limitare i danni per giocarcela in casa'

Alessio Petralla
30.05.2019 15:46

Squadra giovane e sorpresa dell’Eccellenza campana l’Agropoli che si contenderà con il Brindisi la promozione in serie D. A presentare la gara d’andata, a Blunote, è il dg dei delfini Giampaolo Gorelli: “E’ una grande soddisfazione disputare questa finale con un avversario blasonato come il Brindisi e davanti ad un grande pubblico. Per noi è motivo di vanto venire a giocare al “Fanuzzi”. Siamo una formazione giovane: eravamo partiti per cercare la salvezza ma a volte, durante la stagione, ci siamo trovati anche al primo posto. Potevamo incontrare un avversario meno tecnico e gagliardo ma va bene così: domenica potrebbe essere come Davide contro Golia. Siamo una piccola realtà: rispettiamo gli adriatici ma non verremo a farci una passeggiata”.

FORMAZIONE: “Non ci sarà il giovane Pirone per infortunio. Sarà squalificato Raimondi e rientrerà Garofalo”.

IL BRINDISI: “E’ una trasferta difficile soprattutto per il clima che troveremo: presumibilmente ci saranno più di 3000 persone ad assiepare gli spalti dell’impianto brindisino e per una squadra giovane questo può portare ad un contraccolpo iniziale. Il Brindisi è una squadra tosta e perciò verremo a combattere con grande umiltà. Ci è toccata la compagine più forte e cercheremo di limitare i danni e di fare risultato in casa anche se siamo una squadra che, generalmente, fa meglio in trasferta”.

LA GARA: “Gli adriatici hanno battuto due volte il Lavello e si confermano squadra di tutto rispetto. Il loro atteggiamento sarà offensivo perché vorranno chiuderla in casa. Andremo in Puglia per giocare con massimo rispetto e tanta sportività. Per noi, in quello stadio, sarà una festa”.

Si ringraziano:

 

Eventi: Colloqui di Martina Franca, al via la sesta edizione
Ex Ilva: Rifondazione Comunista, ‘Finalmente riesame dell’Aia’