Serie B

Foggia: Incendiate le auto dei fratelli Sannella e di Iemmello

Gli investigatori sono a lavoro per capire se ci sia un collegamento per il momento negativo dei rossoneri

10.03.2019 10:38

Pietro Iemmello, attaccante del Foggia

Due attentati intimidatori la scorsa notte a Foggia contro le auto dei fratelli Fedele e Franco Sannella, proprietario del Foggia Calcio e del pastificio Tamma, e dell’attaccante Pietro Iemmello. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, dopo l’1.30 della scorsa notte, sconosciuti hanno incendiato il Suv Mercedes del calciatore parcheggiato nelle vicinanze di Piazza Puglia nel centro di Foggia, distruggendone la parte anteriore. Sul posto hanno operato i vigili del fuoco. La seconda intimidazione è avvenuta all’alba ai danni dell’auto dei due dirigenti parcheggiata nell’atrio del pastificio Tamma alla periferia della città. Il custode ha visto tre persone incappucciate entrare nel pastificio da un cancello di servizio e lanciare una bomba carta contro la Maserati dei fratelli Sannella. Esplodendo, la bomba non ha provocato danni. Le indagini sui due attentati sono volte ad accertare se vi sia una connessione tra i due episodi e il periodo di grande difficoltà che sta attraversando il Foggia Calcio sia dal punto di vista economico che dei risultati. La tensione tra i tifosi sarebbe cresciuta molto dopo la sconfitta nel derby di Lecce che ha portato la squadra in piena zona retrocessione.

Futsal C2/M: Si ferma a Rutigliano la corsa della Cryos
Il mentalista Alex Borsci alla scuola ‘Del Prete-Falcone’ di Sava