ALTRI SPORT

Volley B2F: Oria riparte con determinazione e umiltà

12.10.2017 16:10

Entusiasmo alle stelle e voglia di stupire anche nel campionato di B2, come fatto nella passata stagione in serie C giocando da protagonisti. La Damiano Spina Oria riparte da qui: due punti, come determinazione e umiltà, che non si accumulano in classifica, per iniziare al meglio domenica prossima un affascinante campionato nazionale. Quella che è stata messa su da tutti, a partire dal presidente Mino Dellisanti, passando per il ds, Daniele De Leonardis, e poi tutti i  dirigenti che erano alla presentazione assieme al presidente del consiglio provinciale Fipav sezione di Brindisi, Claudio Scanferlato, è un team che sappia emozionare tutti coloro che seguiranno match dopo match, in casa è in trasferta il progetto della Damiano spina Oria. Tutto il progetto, sportivo e non solo,  è stato presentato nella sala consiliare del comune oritano da parte di tutti i componenti del club, oltre alle giocatrici di prima squadra e settore giovanili presenti nella stessa sala.

"Sappiamo di dover dimostrare che la nostra squadra possa rimanere nel Gotha della pallavolo sportiva del nostro territorio - spiega Dellisanti -. Siamo felici di essere riusciti a metter su tutto questo che, fino a 3 mesi fa, era semplicemente un sogno. Da uno staff tecnico di valore, a un potenziamento mediatico, passando per quelle che saranno le beniamine sul terreno di gioco:  una famiglia unita che vuole lottare insieme, nelle vittorie e nelle sconfitte, per il raggiungimento dell'obiettivo, ossia la salvezza quanto prima possibile per poi programmare un futuro ancor più roseo. Siamo contenti che i nostri partners che ho, definiti amici più volte nel corso della conferenza, stanno dando il giusto apporto. Per quanto riguarda la Damiano Spina Oria, non lavorerà soltanto sul terreno di gioco ma, anche, nel sociale. Infatti è di poche ore fa che per i progetti Telethon e Save the children, ci si è attivati per poter dare il nostro contributo". 

Occhi felici, consapevoli di aver fatto quanto più possibile per portare in alto il nome di Oria da parte del direttore sportivo, Daniele De Leonardis. "E' stato un mercato difficile, dobbiamo ammetterlo, ma abbiamo puntato sui migliori prodotti possibili del nostro territorio. Abbiamo fatto, molti dicono, una squadra a chilometro zero. Io, invece, definisco le migliori ragazze del nostro territorio che, in campo, ci metteremo tanto cuore a giocare per la maglia. Sono soddisfatto del precampionato, la squadra è in crescita. Sicuramente, adesso, attendiamo il giudizio del campo, il cui verdetto è inappellabile. Rimarco quei valori il presidente ha voluto sottolienare, la Damiano Spina Oria porterà in giro per l'Italia oltre agli aspetti tecniche tattici, soprattutto sociali perché bisogna non solo vincere la partita, che non è quella sportiva ma lo è quella della vita dove, ma quella della vita. Grazie a questi progetti, che la società ha inteso iniziare, vogliamo vincere come se fosse un match 3 a 0 perché in situazioni difficili e da salvaguardare in tutti i modi il diritto alla vita".

Per quanto concerne gli ultimi test amichevoli questo il pensiero del coach, Renato Danese

“Siamo contenti per i progressi tra una gara e l'altra ma, ovviamente, dobbiamo continuare a lavorare. Sicuramente il match contro Noci non è stato dei migliori, abbiamo avuto un approccio non buono e anche durante il corso della gara ha funzionato poco la correlazione attacco difesa. Cosa differente nella gara contro Castellaneta, dove siamo cresciuti progressivamente, scambio dopo scambio. Nel parziale iniziale, infatti, alcune nostre ragazze non hanno espresso il loro miglior rendimento ma, sul finale proprio di set, quella crescita detta in precedenza ci ha permesso di poter conquistare il successo nel parziale. Più agevole il secondo set. Nel terzo nel quarto ho fatto ruotare quanto più possibile le ragazze a mia disposizione e, devo dire la verità, le più giovani hanno dato nuovamente delle belle risposte. Infatti hanno solo perso ai vantaggi il terzo set. Nel quarto, invece, si sono affermate nei confronti della formazione valentiniana. Adesso dobbiamo vedere le condizioni di alcune nostre atlete in vista dell'esordio casalingo e assoluto di domenica nel campionato di B2, consapevoli che se giochiamo da squadra, dando ognuna di noi il massimo, possiamo dire la nostra. Sappiamo che c'è bisogno di lavorare ma non ci nascondiamo e se avremo ben fissi i due punti, sacrificio e umiltà, possiamo raggiungere l'obiettivo prefissato dalla società”.

Serie D/H: Potenza-Cerignola, tutto esaurito al ‘Viviani’
Taranto: Milizia, ‘Occhio al Picerno, avversario tosto’