TARANTO

Punto D/H: Piazzolla, 'Il Taranto? Campionato perso a novembre'

Il procuratore ionico a Blunote: 'Vito Di Bari è stato il vero e proprio valore aggiunto'

Alessio Petralla
30.04.2019 17:28

Domenica prossima il campionato di serie D/H chiuderà il sipario per dar spazio ai play off e ai play out. Manca, ancora, qualche verdetto sia in alta classifica che in quella bassa. A commentarlo, a Blunote, è il procuratore tarantino Pasquale Piazzolla: “Il Picerno è stata una sorpresa: sicuramente, aveva ed ha una squadra attrezzata ma, sulla carta, non per vincere il campionato. Taranto e Cerignola hanno perso punti con le piccole”.

PLAY OFF: “Dopo la matematica qualificazione del Bitonto resta soltanto un posto da assegnare. La sfida è tra Savoia e Fidelis Andria: i primi domenica giocheranno in casa della Gelbison squadra che non può assolutamente perdere per non sprofondare in zona play out. Gli andriesi, sulla carta, hanno un compito più agevole in casa dell’Altamura che non ha più nulla da chiedere a questo campionato”.

ZONA BASSA: “L’unica pugliese che vi è impelagata è il Nardò che, però, domenica può e deve sfruttare il fattore campo recuperando anche le assenze. Granata e Pomigliano nell’ultimo periodo non hanno fatto testo…”.

IL TARANTO: “Vincendo il ricorso arriverebbe al secondo posto: al momento, comunque, giocherebbe la semifinale in casa, con il doppio risultato a disposizione con il Bitonto. Panarelli sta facendo molto bene; la società ha costruito una squadra per vincere. Purtroppo si è sbagliato l’approccio iniziale visto che in ritiro si è partiti con un tecnico per poi, immediatamente, cambiare con l’arrivo dell’attuale allenatore che magari avrebbe richiesto qualche pedina diversa. Il valore aggiunto, nella seconda parte di campionato, lo annovero in Vito Di Bari che ha sistemato la difesa. Anche l’arrivo di Antonino è stano importante: il ragazzo ha fatto molto bene. Per gli ionici è stato un novembre nero: dopo si è trovata la giusta quadratura. A Francavilla in Sinni il Taranto è stato sfortunata. Adesso, speriamo che i rossoblù possano vincere i play off”.

LA GRIGLIA: “Con i risultati di domenica la società rossoblù sarebbe tra le primissime in griglia dei ripescaggi visto che l’Avellino e il Modena potrebbero salire. L’unica squadra, per blasone, che potrebbe essere avvantaggiata è il Mantova”.

LE SORPRESE: “Ho già parlato del Picerno. In negativo invece, annovero il Cerignola che è stata la regina del mercato: dai foggiani mi aspettavo qualcosa in più ma hanno perso punti con le piccole e con il Taranto che gli ha tenuto testa sia all’andata che al ritorno. In positivo, invece, direi che il Fasano ha fatto un bel campionato restando sempre in posizioni tranquille e salvandosi con largo anticipo”.

SORRENTO-TARANTO: “Gli ionici affronteranno un avversario tranquillo per la salvezza ottenuta già un paio di settimane fa. I ragazzi di Panarelli cercheranno altri tre punti utili per sperare nel secondo posto. Il Cerignola, non andrà a passeggiare a Francavilla in Sinni: i lucani di Lazic vorranno riscattare la sconfitta di Gragnano”.

Si ringraziano:

Eventi: Questione ambientale, il 4 maggio corteo nazionale
Taranto: Ripresa senza Marsili ed Esposito