TARANTO

Punto D/H: Selvaggi, 'Forse con me e Iacovone il campionato sarebbe finito'

L'ex attaccante rossoblù a Blunote: 'Taranto fai attenzione al Picerno, non è da sottovalutare'

Alessio Petralla
24.12.2018 12:03

A tracciare un punto sul girone d’andata della serie D/H, a Blunote, è l’ex fantasista del Taranto, compagno di Iacovone, Franco Selvaggi: “La vera sorpresa del campionato è il Picerno: è un’ottima squadra e non solo perché è un piccolo paese qualcuno debba pensare che non può salire. Nel calcio non per forza una città importante deve vincere i campionati: è il campo che conta. Mi auguro, però, che il Taranto riesca a farcela: i rossoblù dovrebbero essere come il Bari, dovrebbero stradominare questa serie D. Amo la città ionica e i colori rossoblù: mi chiamarono anche a Radio RAI chiedendomi quali sono le squadre a cui sono più legato: ho detto Taranto e Cagliari. Vorrei vederli su, ma attenzione al Picerno che ha calciatori forti e un ottimo allenatore che conosco”.

ZONA BASSA: “E’ un discorso tra campane: se la giocheranno tra di loro. Comunque, le conosco poco”.

IL TARANTO: “In questo girone H dovrebbe recitare il ruolo della Juventus, ma purtroppo ciò non sta accadendo. Non ho avuto modo di vederlo all’opera perché sono impegnatissimo con la Nazionale italiana under 16. Sicuramente verrò ad assistere ad un match dei rossoblù. Se c’erano Selvaggi e Iacovone il campionato sarebbe già finito – scherza…”.

LA SORPRESA: “Inizialmente sembrava l’Altamura ma poi questa non è riuscita a tenere il passo. Picerno e Taranto si giocheranno il campionato. Il Cerignola? Era partito per stare in vetta. Sta stentando ma è una squadra temibilissima”.

Si ringraziano:

Martina: Marasciulo, 'E' stata una giornata super positiva'
Basket: Festa di Natale 2018 per la Fortitudo Taranto