Calcio Varie

Russia 2018: Germania fuori dal mondiale, avanti Svezia e Messico

Alessio Petralla
27.06.2018 18:15

Si è chiuso il gruppo F del mondiale di Russia 2018 in cui si sono sfidate la Germania con la Corea del Sud e il Messico con la Svezia.

GERMANIA-COREA DEL SUD: Primo tempo equilibrato con il maggior possesso palla a favore della squadra di Low. Le occasioni più importanti, però, capitano alla Corea: al 18’ punizione pericolosa che Neur para ma in modo goffo (sul secondo intervento spedisce in corner). Al 24’, invece, gli asiatici ci riprovano da fuori area ma da posizione decentrata. La prima frazione di gara termina sullo 0-0. Nella ripresa partono forte i tedeschi con, al 47’, un gran colpo di testa di Goretzka parato magnificamente dal portiere Cho. Al 50’ è, ancora, la compagine europea a rendersi pericolosa con Ozil che trova Werner al centro dell’area: l’attaccante spara fuori. Non demorde la squadra di Low che al 67’ sfiora il gol con un colpo di testa centrale di Gomez. Dieci minuti più tardi la timida reazione coreana con un tiro di Son che finisce di poco al lato. All’87’ due occasioni per i tedeschi: prima è Hummels a colpire di spalla, solo in area ma la palla prende una traiettoria strana e va fuori, poi Kroos ci prova con una rasoiata da fuori ben parata a terra da Cho. Al secondo, dei sei minuti di recupero (che diventeranno otto) succede l’incredibile: la Corea, dagli sviluppi di un corner si porta in vantaggio con Kim che da due passi butta il pallone nella porta di Neuer. Il gol sarà convalidato dal VAR. A questo punto in avanti si butta anche l’estremo difensore tedesco che al sesto minuto di recupero subirà il definitivo 2-0: lancio lungo per Son, con la difesa tedesca inesistente, che può insaccare a porta vuote. Germania per la prima volta nella sua storia eliminata ai gironi.

MESSICO-SVEZIA: Bel primo tempo con gli svedesi che cercano con maggiore insistenza il vantaggio. La prima palla gol arriva al 5’ con una punizione dal lato destro di Berg: Ochoa c’è. All’11’ è, ancora, l’attaccante europeo a spedire, in rovesciata, di pochissimo al lato. Cinque minunti più tardi si vede il Messico con un gran tiro d’interno di Vela da posizione centrale. Al 17’ l’immediata risposta svedese con Forsberg che da due passi, di prima intenzione, spara alto. Minunto trenta ancora una grande occasione per Berg che da pochi passi tocca con la suola ma l’estremo difensore messicano è bravissimo a deviare in corner. Nel primo dei due minuti di recupero Berg solo sulla sinistra entra in area e calcia sull’esterno della rete. Il primo tempo termina con il punteggio di 0-0. Riparte forte la Svezia che al 49’ trova il vantaggio con Augustinsson che tutto solo sul secondo palo trafigge Ochoa. Al 60’ rigore per gli europei: Moreno atterra Berg e Granqvist dal dischetto fa 2-0. Al 74’ la formazione di Anderson fa tris grazie ad un autogol di Alvarez. Un minuto più tardi è la squadra di Arbealez a farsi pericolosa con Salcedo che da pochi passi si fa parare la conclusione da Olsen che sdradica il pallone dal palo. All’80’ tiro ancora americani con Hernandez che tira in modo errato, sulla conclusione ci arriva Vela che di testa, da pochi passi mette fuori. Il match termina 3-0 e le due nazionali possono brindare al passaggio agli ottavi.

LA CLASSIFICA:

Svezia 6

Messico 6

Corea del Sud 3

Germania 3

Commenti

Calcio all’americana. Rosso a Vicenza: io può! Chievo, Parma, Palermo Cesena, Foggia…quante storie
Taranto: Mercato, il Bisceglie pensa a Ciro Favetta