TARANTO

Il doppio ex Giorgino: 'Panarelli fondamentale per il Taranto'

L'ex centrocampista di Taranto e Andria a Blunote: 'Spero che i rossoblu vincano il derby e restino primi’

Alessio Petralla
22.10.2018 19:58

La capolista Taranto, dopo la positiva prova di Torre Annunziata, con l'entusiasmo che si sta ricreando in città, domenica prossima affronterà la Fidelis Andria allo "Iacovone" partita affascinante e da altre categorie che il doppio ex Davide Giorgino (attualmente in forza al Rezzato) presenta così, a Blunote: "Sapere che il Taranto si trova in vetta alla classifica è una bella notizia: la città dei Due Mari non merita questa categoria. Speriamo che i rossoblù possano raggiungere l'obiettivo. Per quanto riguarda il girone le compagini baresi hanno allestito buoni organici; si tratta di un raggruppamento molto combattuto e ricco di agonismo. Come ogni anno prevedo sorprese".

IL TARANTO: "Avere al timone della squadra una persona come Gigi Panarelli che tiene tantissimo alla propria città è un fattore molto positivo. Visto che conosce la storia di questa squadra riesce a trasmettere valori importanti. Panarelli è un punto fondamentale di questo Taranto. Anche il mio ex compagno di squadra D'alterio conosce benissimo la piazza e può far capire ai suoi compagni l'importanza della maglia rossoblù".

TARANTO: "Sono stato quattro anni in riva allo Ionio e, perciò, ho tanttissimi bei ricordi. Il primo anno avevamo una grande squadra ma ci salvammo soltanto. Nella seconda stagione eravamo, ancora, molto forti ma ottenemmo la permanenza nel finale di stagione proprio con la Fidelis Andria grazie ad un gol di Falconieri. Il terzo anno avevamo la rosa per vincere ma ci fermammo a Roma, con l'Atletico Roma. Il quarto uscimmo in semifinale play off con la Pro Vercelli. Diciamo che mi è rimasto un grandissimo amaro in bocca per non essere riuscito a vincere un campionato a Taranto. La città ionica mi ha dato molto sia umanamente che calcisticamente tanto che sono venuto a vedere alcune partite allo "Iacovone"".

ANDRIA: "In biancoazzurro ho vissuto una stagione tormentata. Si parlava di fallimento tanto che retrocedemmo in serie D perdendo i play out con il Barletta. Non era facile lavorare. Avevamo una bella squadra e potevamo salvarci ma la situazione societaria era diventata insostenibile".

TARANTO-FIDELIS ANDRIA: "Visto il primato e il grande appuntamento i tifosi del Taranto risponderanno alla grande. Gli ionici affrontano una rivale importante in un match di cartello. Mi aspetto una bella partita, molto intensa. Sarà un bel vedere. Mi auguro che il Taranto possa vincere e mantenere la vetta".

 

Si ringrazia:

 

Virtus Francavilla: Zavettieri, ‘La nostra autostima cresce’
Basket C Gold: Valentino Castellaneta, avvio di campionato horror