Promozione

Lizzano: Motolese, 'La mia avventura nel calcio termina qui...'

Alessio Petralla
07.04.2019 20:34

Una bruttissima mazzata per i tifosi del Lizzano e per gli amanti del calcio tarantino: dopo tanti anni di onorata Promozione il team rossoblù allenato dallo storico tecnico Aldo Palmieri, a fronte di un ko interno con il Maglie, retrocede in Prima Categoria. E' tanta l'amarezza del Presidente Giuseppe Motolese che, a Blunote, commenta il risultato stagionale dando praticamente l'addio al calcio...: "Domenica pomeriggio è stata una batosta: questa retrocessione non ce l'aspettavamo. Siamo stati penalizzati dall'assenza del campo. Non è stato bello non poter giocare a casa nostra per un campionato intero".

LA STAGIONE: "Abbiamo fatto degli errori all'inizio allenandoci spesso su campi diversi e anche di calcio a 5. I costi erano pesanti. A dicembre abbiamo cercato di risalire facendo un mercato importante e prendendo gente come Mignogna e Dettorre (un ritorno) che hanno permesso alla squadra di crescere. Si doveva fare qualcosa in più nel girone d'andata".

IL CALCIO A LIZZANO: "Per motivi lavorativi mi terrò fuori da situazioni calcistiche anche perchè sono convinto che il problema legato allo stadio persisterà. Per me il calcio è finito domenica sera. Mi dedicherò alla mia azienda: era un pensiero che già covavo da tempo. Il calcio a Lizzano è finito domenica: questo paese non merita la Prima Categoria ma purtroppo è arrivata questa dura sentenza".

IL TALSANO: "I biancoverdi dovranno giocarsi lo spareggio sul difficilissimo campo del Carovigno. Inoltre, i brindisini hanno due risultati su tre. Auguro buona fortuna al tecnico Frascella e alla società del Talsano. Non credevo si riducessero a giocare questi play out. Non meriterebbero la retrocessione tra l'altro al fianco di un'altra tarantina".

Si ringraziano:

[Video] Eccellenza: La sintesi di UC Bisceglie-Brindisi 3-0
1a Categoria/B: Castellaneta corsaro anche a Locorotondo