TARANTO

Gragnano: Martone, 'Taranto? Non ci piace perdere nemmeno a carte'

L'esperto calciatore a Blunote: 'Il tecnico Campana è arrabbiatissimo e sta a mille'

Alessio Petralla
27.09.2018 14:41

Il prossimo avversario del Taranto allo “Iacovone” si chiama Gragnano, squadra, sicuramente, arrabbiata per via di due ko arrivati causa di episodi come spiega, a Blunote, uno dei veterani Savino Martone: “Chi ha visto le due partite può confermare che se avessimo conquistato quattro punti non avremmo rubato nulla. Il calcio è strano ma facciamo tesoro di questi due ko che ci serviranno per crescere”.

LA CONDIZIONE: “Sia fisicamente che mentalmente stiamo bene: siamo soltanto un po’ delusi dai due risultati. Le prestazioni sono state discrete. Del resto a Sorrento abbiamo perso per un tiro dai trenta metri mentre domenica, con il Picerno, siamo stati in vantaggio fino all’ottantesimo”.

TRASFERTA INSIDIOSA: “Giocare a Taranto ci inorgoglisce. Un pareggio sarebbe come una vittoria. E’ come se si affrontano Davide e Golia”.

IL TARANTO: “Ha tanti calciatori che conosco e posso confermare che è un’ottima squadra. A prescindere dai nomi uno pensa maggiormente alla piazza, al blasone e all’ambiente. Lottano per la vittoria del campionato e possono contare sul dodicesimo uomo in campo”.

CAMPANA: “Il nostro tecnico non molla mai. E’ arrabbiatissimo e sta a mille. Non vogliamo perdere neanche in una partita a carte tra famigliari, figuriamoci in una sfida così affascinante”.

LA GARA: “Tutti possono aspettarsi che gli ionici facciano un sol boccone del Gragnano. Non credo sarà così. L’anno scorso, all’andata, a Taranto, avremmo meritato il successo visto che ci rendemmo pericolosi COn due contropiedi”.

IL CAMPIONATO: “Sono d’accordo con gli addetti ai lavori. Quest’anno il campionato è molto più duro visto che ci sono tante compagini pugliesi e campane che si sono ben organizzate. Ogni partita sarà equilibrata e non ci saranno mai certezze”.

FOTO ALFANO

Real Pulsano: Esordienti, pareggio con i pari età del Sava
Serie B: Tar boccia ricorso Pro Vercelli, si resta a 19 squadre