TARANTO

Il doppio ex Di Deo: 'Taranto e Cava ricordi belli ma anche amari...'

Alessio Petralla
07.04.2018 13:04

E’ uno dei tanti doppi ex di turno, Guido Di Deo che sia a Taranto che a Cava de’ Tirreni ha lasciato un bel ricordo. Di contro l’ex centrocampista ne ha tanti e li racconta, a Blunote, partendo dall’analisi del girone H della serie D: “Questo girone è bello tosto visto che ci sono sempre squadre allestite per fare il salto di categoria: quattro o cinque potevano ambire alla vetta. Le due che comando, il Taranto, il Cerignola, il Gravina e l’Altamura sono, davvero, ottime compagini. Campionato equilibrato in cui Potenza e Cavese vista la costanza stanno sopra a tutte: i lucani hanno cinque punti in più dei campani a sole cinque giornate dal termine: un bel gruzzoletto”.

TARANTO: “Della città dei Due Mari conservo ricordi bellissimi e altri un po’ amari: ho vissuto due anni splendidi assieme alla mia famiglia. Sono stato benissimo. Il primo anno perdemmo quella maledetta semifinale play off con l’Atletico Roma in modo poco piacevole. L’anno successivo fummo protagonisti di una cavalcata importante ma i sette punti di penalità ci condannarono ai play off persi con la Pro Vercelli: con quei punti avremmo vinto il campionato…”.

CAVA DE’ TIRRENI: “Sono stato molto bene anche se a Taranto ho giocato due anni in Lega Pro e in Campania altrettanti ma in serie D. E’ un’altra piazza che merita palcoscenici importanti. Ho vissuto momenti belli come il raggiungimento della finale play off: il primo anno eravamo in piena corsa per il ripescaggio che poi non so com’è che non è arrivato. Ovviamente ci sono stati anche momenti meno belli perché quando giochi per vincere e non ti riesce alla fine resta sempre l’amaro in bocca da parte di tutti”.

TIFOSERIE: “Di ricordi delle due curve ne ho tanti e farei fatica ad elencarne uno. Ovviamente, numericamente lo stadio di Taranto è sempre stato maggiormente pieno rispetto al “Lamberti”: i supporters metelliani si sono sempre, però, fatti sentire. Sono due grandissime tifoserie che affollano le proprie curve in proporzione al numero degli abitanti”.

TARANTO-CAVESE: “Mi aspetto una partita tirata fino alla fine che potrebbe essere decisa da qualche episodio. Per il Taranto è una partita molto importante per la corsa al terzo posto e giocarsi, perciò, almeno la semifinale play off in casa. La Cavese se vuole continuare a inseguire il Potenza deve vincere assolutamente. Il mio augurio è che possa essere una bella giornata di sport perché giocare allo “Iacovone” è sempre una grande emozione”.

Si ringrazia:

Commenti

FUTSAL A2/F: Missione Angelana per l'Atletic San Marzano...
[Video] Studio 100: Anteprima Sport del 07/04/2018