ALTRI SPORT

Boxe: La Quero-Chiloiro lancia il professionista Squeo

Il ventisettenne ‘Massimo Leggero’ sul ring per il quarto di finale del Trofeo delle Cinture promosso da Wbc e Fpi

Comunicato stampa
06.10.2018 15:03

Claudio Squeo

A due settimane dall’assalto sfiorato al titolo italiano dei “Medi”, non si spegne l’eco nazionale attorno al boxeur della Quero-Chiloiro Taranto Marco Boezio. “Dopo il concesso meritato riposo al nostro atleta – evidenzia il tecnico e manager Cataldo Quero – Marco è tornato a lavorare in palestra. L’obiettivo è quello di lanciarlo verso una nuova chance di conquista della corona nazionale, ricercando l’avversario da affrontare”. In attesa della sua nuova occasione, Marco Boezio, attualmente al sesto posto del ranking federale dei pesi Medi (con 5 successi, 2 sconfitte ed 1 pari), lascia idealmente i suoi guantoni all’altro professionista della scuderia Quero-Chiloiro Claudio Squeo. Il ventisettenne “Massimo Leggero” di Molfetta, il 27 ottobre, a Giovinazzo (nel barese) salirà sul ring per il suo terzo match da professionista. Si tratta di un contesto prestigioso, ovvero il quarto di finale del Trofeo delle Cinture promosso da Wbc e Fpi. All’evento per pugili Pro 2^ e 3^ Serie combattono i migliori 8 atleti d’Italia per ciascuna categoria di peso in concorso per la sigla internazionale World Boxing Council. Nel quarto di finale Squeo ritrova sulla sua strada il coratino Yassine Habachi, che ha affrontato tre volte da dilettante (tra il 2009 ed il 2012) l’italo-marocchino, con un trend di due sconfitte ed un pareggio. A distanza di sei anni Habachi e Squeo si affrontano da professionisti. Di maggior peso l’esperienza agonistica da “Pro” del trentaduenne Habachi, che vanta uno score di 5 vittorie, 11 sconfitte e 4 pareggi, con l’ultimo precedente che risale al 6 luglio nel confronto perso con l’osso duro Fabio Turchi. Risale a quasi mezzo anno fa, il 28 aprile, il secondo successo consecutivo di Squeo da “Pro” nei confronti di Istvan Kun. Di sicuro stimolo, per l’atleta pugliese, il match con Habachi che ha un richiamo internazionale nell’evento di Giovinazzo che sarà corredato da una riunione dilettantistica.  

I QUATTRO DEI CAMPIONATI ITALIANINella palestra della Quero-Chiloiro procede duramente il lavoro di preparazione di un quartetto ai prossimi Campionati italiani. Dejan Caramia (40 kg) e Claudio Dell'Aglia (50 kg) affronteranno la competizione tricolore SchoolBoy in programma a Roseto degli Abruzzi dal 19 al 21 ottobre. Elio D'Alconzo (56 kg) e Giovanni Rossetti (75 kg) voleranno all’evento nazionale Youth in programma a Chieti dal 23 al 25 novembre. Questo quartetto ha conquistato l’oro regionale ed attraverso le qualificazioni ha conquistato direttamente la chance dei Campionati italiani, tra i migliori quattro di ciascuna categoria a livello nazionale, evitando la qualificazione suppletiva in corso a Mondovì.

 

[Video] Serie C/C: Vono salva la Cavese e sbarra la strada alla Sicula
Taekwondo: Il brindisino Campanella tra i 7 dan più giovani d’Italia