ALTRI SPORT

Ippica: Paolo VI, tra i due litiganti gode Zuava

Comunicato stampa
09.11.2018 11:08

Il convegno di giovedì si apriva con il clou del programma, una prova sul miglio riservata ai tre anni nella quale Zingaro Dei Rum e Zorba And Glory si dividevano i favori del pronostico. Era subito match proprio tra i due cavalli più attesi con Zorba And Glory al comando e Zingaro Dei Rum a chiedere strada, ma senza esito positivo. La lotta a suon di parziali finiva all’imbocco dell’ultima curva quando Zingaro Dei Rum faceva valere la propria forza passando in vantaggio ma trascinandosi Zuava, la quale era stata alla finestra per tutto il percorso. In retta d’arrivo Zingaro Dei Rum cercava disperatamente di resistere ancora ma veniva rimontato e battuto da Zuava proprio sul traguardo. La femmina interpretata da Romano Tamburrano centrava la terza vittoria consecutiva, stabilendo anche il nuovo limite sulla breve distanza di 1.13.1.

Claudio De Filippo era l’unico a siglare un doppio, e lo faceva nelle ultime due corse del pomeriggio. La prima vittoria con Sans Souci Font, che nonostante i venti metri di penalità si portava presto al comando, “scambiava” con Uruk Del Ronco, e da leader si rendeva intangibile chiudendo da 1.16.2 sui 2620 metri. Il raddoppio con Oronte Di Cesato, che agiva in pariglia esterna, scattava con decisione sulla piegata finale e faceva sua la corsa completando il percorso in 1.15.1.

Giuseppe De Filippis, invece, faceva bis ma nelle vesti di allenatore, in quanto il primo sigillo arrivava con Univoca Ral, ben guidata da Vito Punzi nella corsa gentlemen, che la figlia di Muscles Yankee rifiniva in 1.15.4. Vinceva personalmente, però, con Unico Gia Sheba, che portava a casa la vittoria a media di 1.15.7 nella prova per 5 e 6 anni di categoria G.

Per quanto concerne gli apprendisti allievi ancora una vittoria di Vincenzo Gallo, che pilotava verso il traguardo Unica Del Rio dopo percorso di attesa, che l’erede d Varenne completava a media di 1.14.6 sul doppio chilometro.

Ritrovava la strada del successo anche Pico Di Gan, declassato a reclamare, nelle mani di Gervasio Galloso. Aspettava solo gli ultimi 600 metri per avanzare al largo e prendere n

Gravina: Agodirin, ‘Spero che l’arbitro sia all’altezza’
Futsal C1/M: Atletic Taranto, Aloisi ‘Vogliamo continuare a stupire’