ALTRI SPORT

Atletica: Europei, Palmisano tra le favorite della 20 km di marcia

La mottolese, bronzo ai Mondiali 2017, prova l'exploit. Diverse le pretendenti all'oro

Redazione
10.08.2018 18:04

L’Italia si gioca delle importanti carte da medaglia nella 20 km di marcia femminile, gara in programma sabato 11 agosto alle ore 09.05 (diretta su RaiDue, RaiSport ed Eurosport). Per le strade di Berlino, le azzurre inseguono un alloro di prestigio per rimpinguare il nostro bottino che per il momento parla soltanto di due bronzi conquistati da Yeman Crippa e Yohanes Chiappinelli. La nostra compagine si presenta nella capitale tedesca con alti obiettivi, agguantare il podio sembra assolutamente possibile ma è inutile nascondersi: saremo ai blocchi di partenza per puntare anche al successo, questa è l’unica gara dell’intero programma degli Europei 2018 di atletica leggera in cui ci presentiamo da favoriti per il bersaglio più grosso. Gli imprevisti in una prova di questo tipo sono sempre dietro l’angolo e le avversarie sono in grado di trasformarsi nell’appuntamento più importante della stagione ma l’Italia ha tutte le carte in regola per fare bene.

Antonella Palmisano si presenta forte del bronzo conquistato lo scorso anno ai Mondiali. La mottolese in questa stagione ha marciato in 1h28:41 (due minuti oltre il suo personale) ma in Coppa del Mondo aveva accusato un attacco febbrile che l’aveva debilitata. Ora l’azzurra va a caccia di qualcosa di importante, a 27 anni appena compiuti vuole fare saltare il banco e consacrarsi, ha il talento, il carisma e le abilità tecnico-tattiche per farcela.

L’Italia si gioca anche la carta Eleonora Giorgi ma la brianzola ha accusato un’infezione renale nelle ultime settimane e probabilmente non sarà nelle migliori condizioni: dopo il quinto posto ottenuto in Coppa del Mondo, tutti si aspettavano una magia ma vedremo se sarà in grado di concorrere al massimo delle proprie possibilità.
Sono comunque tante le pretendenti al trono tra cui spiccano la portoghese Ana Cabecinha (sesta agli ultimi Mondiali e alle Olimpiadi), la ceca Anezka Drahotova (1h26:53 di personale per il bronzo continentale 2014), le ucraine Nadya Borovksa e Inna Kashyna, la lituana Brigita Virbalyte-Dimsiene cioè tutte ragazze che hanno nelle gambe tempi nell’ordine di 1h29 mentre non ci sarà la spagnola Julia Takacs affaticata dagli sforzi effettuati nella 50 km dove si è messa al collo il bronzo.
Fonte: OA Sport

Promozione: Mercato, due rinforzi per l’Ostuni
Atletica: Palmisano, "Mi aspetto una gara sul ritmo"