TARANTO

Pronostici: Ferraro, 'Taranto il mio più grande rimpianto'

L'ex attaccante rossoblù a Blunote: 'Questo Taranto rispecchia il carattere di Panarelli'

Alessio Petralla
02.02.2019 12:36

Avrebbe voluto lasciare il segno anche a Taranto l’ex attaccante Emanuele Ferraro, attualmente allenatore dell’under 17 della Salernitana, che a Blunote, traccia i suoi pronostici sulla ventiduesima giornata del campionato di serie D/H in cui il Taranto sfiderà, in trasferta, il Nola: “Quello H è un girone molto equilibrato e lo sarà fino alla fine con tre-quattro formazioni attrezzatissime per vincerlo. Sarà avvincente fino all’ultimo. Il Taranto ha una rosa di tutto rispetto e un gran tifo. Agli ionici auguro le migliori fortune perché rappresentano una gran piazza. Inoltre, avete la fortuna di avere al comando della squadra un grande allenatore oltre che un mio amico che sta dimostrando di saper fare bene anche in ambienti difficili come quello di Taranto. Panarelli merita soddisfazioni”.

ZONA BASSA: “E’ strano vedere organici importanti come il Nardò li sotto ma se il campo dice questo vuol dire che qualcosa non sta funzionando. Sicuramente, i neretini possono fare meglio: sono convinto che verranno fuori. Le campane, invece, fanno alti e bassi come ogni anno. Nessuna sorpresa da parte loro. Disputano sempre questo tipo di campionato”.

IL TARANTO: “Rispecchia l’allenatore. Ci sono tanti che dicono che un tecnico conta poco nel calcio ma non è affatto così. In tutti i reparti, i rossoblù, dispongono di calciatori di categoria superiore che anche grazie a Panarelli hanno trovato l’alchimia giusta. La società ha fatto e fa il massimo per cercare di conquistare la promozione in serie C”.

AMARCORD: “Purtroppo Taranto è il mio più grande rimpianto. Ho fatto poco e non sono riuscito ad esprimere le mie potenzialità. In riva allo Ionio arrivai con grandissimo entusiasmo. In qualunque posto in cui ho giocato si ricordano di me e per questo mi dispiace tanto. Il pubblico avrebbe meritato di più. Ce l’ho sempre messa tutta”.

I PRONOSTICI DI EMANUELE FERRARO

22a Giornata – Serie D – Girone H – 03/01/19

FASANO-POMIGLIANO: 1 – “I padroni di casa possono ottenere i tre punti con un Pomigliano tosto e che basa il suo gioco sulla fisicità. Bella gara”.

FIDELIS ANDRIA-SORRENTO: X – “Gli ospiti sono una compagine giovane e hanno preso un buon elemento come Figliolia. Giocheranno a viso aperto anche perché conosco il tecnico Maiuri”.

GRAGNANO-AUDACE CERIGNOLA: X – “Andare a giocare a Gragnano non è facile visto il campo stretto e l’ambiente particolare. Il Cerignola, di contro, ha un super attacco e può sopperire alle tre squalifiche. I foggiani sono costretti a conquistare i tre punti ma non sarà facile”.

GRAVINA-FRANCAVILLA IN SINNI: 1 – “Quello dei baresi è un campo particolare. Dopo la vittoria di domenica scorsa devono provare a raccogliere altri tre punti anche se affrontano un Francavilla in Sinni che come squadra mi piace molto”.

NARDO’-GRANATA: 1 – “Per i neretini è arrivato il momento di tornare a conquistare i tre punti. Match alla loro portata”.

NOLA-TARANTO: 2 – “Per gli ionici non sarà una partita semplice visto che i bianconeri sono una formazione tosta. La compagine di Liquidato si è rinforzata prendendo, anche, qualche ragazzo dal settore giovanile della Salernitana. Gara da vedere ma se il Taranto vuol fare qualcosa d’importante deve conquistare il risultato pieno. Per loro ogni domenica sarà una finale. Non devono mollare perché anche il pareggio servirebbe a poco”.

SARNESE-GELBISON: 1 – “Si tratta di un bel derby campano. Conosco l’allenatore della Gelbison che lavora bene mentre i padroni di casa li conosco poco. Non sarà facile ma la Sarnese è chiamata a fare punti”.

SAVOIA-BITONTO: 1 – “Quella dei padroni di casa è una piazza caldissima. Una ventina d’anni fa realizzai una doppietta e dovetti uscire dal campo scortato. La formazione di Campilongo in casa ha una marcia in più”.

TEAM ALTAMURA-AZ PICERNO: 2 – “La società lucana lavora benissimo e ha poche pressioni addosso. C’è alchimia tra società e squadra. Giacomarro, poi, è un tecnico preparato. I rossoblù hanno messo dei tasselli importanti e possono vincere in Puglia. Formazione cinica e organizzata”.

Si ringraziano:

Nola: L'ex Vaccaro, 'Se non facciamo punti in casa per noi si fa dura'
Nola: Arriva il Taranto e la società chiama a raccolta i tifosi