CRONACA

Taranto: Rapina due farmacie, arrestato a tempo di record

Pluripregiudicato 37enne fermato dai ‘Falchi’ della Squadra Mobile

17.05.2019 20:41

I  “Falchi” della Squadra Mobile hanno arrestato un 37enne, responsabile di una rapina ai danni di una farmacia del centro di Taranto. A seguito di una serie di rapine avvenute nei giorni scorsi ai danni di farmacie nelle zone Italia e Solito Corvisea, gli equipaggi dei Falchi hanno attivato uno specifico servizio antirapina, finalizzato alla prevenzione e repressione degli episodi criminosi che si sviluppavano, secondo quanto accertato, prevalentemente nell'orario compreso tra le 11:00 e le 12:30 da parte di un uomo di 1.85 cm di altezza, corporatura robusta e sotto minaccia di coltello. Proprio questa mattina è stata segnalata al 113, intorno alle 11:40, una rapina presso una farmacia dei Tamburi, con il solito modus operandi, così come accertato dai Falchi appena giunti sul posto. Un uomo dalla corporatura robusta e con abiti scuri, brandendo un coltello, ha minacciato il personale dipendente e, dopo aver tentato di rompere la cassa automatica sbattendola a terra con violenza, si è allontanato repentinamente senza asportare nulla. Dopo 10 minuti circa, è arrivata alla sala operativa la segnalazione di un’altra rapina presso una farmacia in zona Solito sempre con la medesima dinamica ad opera di un uomo con le stesse caratteristiche fisiche che, inseguito da un altro uomo, si era allontanato repentinamente dalla farmacia. I Falchi, immediatamente giunti sul posto, sono riusciti a fermarlo dopo un inseguimento per le vie cittadine mentre tentava di nascondersi dentro un bar. I poliziotti hanno recuperato, all’interno della seconda farmacia, il coltello da cucina utilizzato come arma unitamente ai guanti in lattice e al borsello nero abbandonati dal rapinatore durante la fuga. Rinvenuti e sequestrati anche un giubbino nero, uno scaldacollo e la somma di 60 euro abbandonati sul marciapiede attiguo alla farmacia. All’interno della vettura sono stati invece rinvenuti e sequestrati una mazza di legno di 80 cm e una chiave svitabulloni. Dopo le formalità di rito, il pluripregiudicato è stato tratto in arresto e accompagnato presso la Casa Circondariale di Taranto, dove, difeso dall’avvocato Cosimo Nesca, resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Serie B: Anche il Collegio di Garanzia dice no al Palermo
Cerignola: Carica Loiodice, 'Non vediamo l'ora di giocare'