TARANTO

Campana, ‘Marsili e D’Agostino guadagnano quanto tutti i miei’

Il tecnico del Gragnano, in tribuna per squalifica, a Blunote: 'Gran primo tempo della mia squadra'

Alessio Petralla
15.04.2018 18:04

Finisce 1-3 la sfida tra Gragnano e Taranto con il tecnico Rosario Campana che, a Blunote, commenta così: "Il Taranto è fortissimo e noi abbiamo peccato d'inesperienza. ll rigore concesso ai rossoblù con il relativo cartellino rosso al mio calciatore ha rotto gli equilibri: l'uomo in meno non ci ha permesso di affrontare certe situazioni al massimo. Prima del gol gli ionici si erano fatti vedere soltanto con un colpo di testa di Favetta. Anche un punto, per noi, sarebbe stato oro. Il risultato è quello e dobbiamo accettarlo. Siamo stati protagonisti di un grande primo tempo in cui abbiamo giocato palla a terra  a differenza del Taranto che, per caratteristiche dei suoi due attaccanti giocava il pallone lungo puntanto sulle seconde palle. Forse prima, c'era un altro rigore per noi, oltre la traversa di Martone e il tiro pericoloso di Gassama. Solo D'agostino e Marsili guadagnano quanto tutto il Gragnano. Taranto più forte nelle giocate dei singoli ma non troppo a livello di gioco...".

IL GRAGNANO: "Dopo la partita ai ragazzi non ho detto nulla. Ovviamente c'è un pizzico di rammarico anche per alcuni risultati particolari di giornata. Fino all'ultima gara di campionato non si può pronosticare nulla. Pazienza e andiamo avanti...".

IL TARANTO: "Ha confermato di avere singoli che valgono quanto, o anche di più, del Potenza. Ripeto, li ho visti giocare scavalcando il centrocampo per puntare su Diakite e Favetta, cercando di sfruttare gli inserimenti di D'agostino. Nel primo tempo ce la siamo giocata alla pari, anzi forse avremmo meritato qualcosa in più".

GASSAMA: "E' un grande calciatore ed è soltanto un classe '99. Per me è un predestinato. Presto finirà tra i professionisti".

Si ringraziano:

 

Commenti

Taranto: Cazzarò, ‘Vittoria che aumenta la nostra autostima’
Futsal A2/F: Asd Conversano, termina in parità il derby con Noci