Promozione

Brindisi: La carica di Merito, 'Ci attendono nove finali'

Alessio Petralla
13.02.2018 12:52

Un buon pareggio interno colto dal Brindisi con il Mesagne visti i tanti problemi che hanno attanagliato il tecnico Danilo Rufini. Uno tra questi la condizione dell’esperto centrocampista Leon Merito che, a Blunote, rassicura tutti sul suo stato: “Già domenica sentivo poco dolore: da martedì sto bene e ho ripreso ad allenarmi regolarmente in vista della sfida di Uggiano che è troppo importante. Un’altra finale”.

IL PAREGGIO: “Viste le tante assenze non dobbiamo scandalizzarci per un pareggio. Non abbiamo fatto una grande partita ma, ovviamente, è meglio di una sconfitta”.

IL TESTA A TESTA: “Siamo un bel gruppo e una squadra quadrata. Anche quando avevamo quattro punti di vantaggio sull’Ostuni sapevamo che non era finita. Ci attendono nove finali che affronteremo con la testa e seguendo le indicazioni del tecnico Rufini. Ci sono anche gli avversari e, perciò, dobbiamo continuare a fare ciò che stiamo facendo”.

L’UGGIANO: “Conosco Alessandrì che giocava a Lamezia quando io ero a Catanzaro. Affronteremo un avversario ostico. Dobbiamo scendere in campo consapevoli della nostra forza ma con molta umiltà”.

IL CAMPIONATO: “Ho scelto Brindisi perché è una grande piazza che merita ben altre categorie. Sono contento e voglio continuare a dare il mio contributo cercando di levarci sia noi che i tifosi delle belle soddisfazioni”.

Si ringraziano:

 

Commenti

Lizzano: Basile, 'Lavoriamo sodo per un finale di stagione sereno'
Martina: Sciolte le riserve, il club ha scelto la nuova guida tecnica