1a Categoria

Grottaglie: Coppa Puglia, a caccia del pass per la finale

Al ‘D’Amuri’, di scena il Racale per il ritorno delle semifinale: si riparte dall’1-1 del ‘Basurto’

28.03.2018 17:03

Alle 16:00 di giovedì 29 marzo, allo stadio “Atlantico D’Amuri”, Grottaglie e Racale si giocheranno l’accesso alla finalissima di Coppa Puglia. Si riparte dall’1-1 del “Basurto” 15 giorni fa deciso dai goal di Tunno e De Comite. Segnare in trasferta, nelle gare di Coppa, comporta sempre dei vantaggi, vediamo la statistica: il Grottaglie accede alla finale se vince o pareggia 0-0; Il Racale approda in finale se vince o pareggia dal 2-2 in su; in caso di 1-1 supplementari ed eventuali rigori se dovesse persistere la parità. Situazione leggermente favorevole ai padroni di casa che comunque devono affrontare la gara per vincere e mantenere lontano il pericolo di un pareggio con molte reti. Periodo non molto positivo per il Grottaglie che giunge alla semifinale di ritorno dopo la sconfitta di San Vito, al contrario Racale ha il morale alto dopo aver vinto le ultime due partite consecutive e conquistato il secondo posto in classifica scavalcando lo Scorrano. Due squadre con uno stato d’animo opposto, ma con lo stesso obiettivo: conquistare la finale di Coppa Puglia, un trofeo ancora troppo snobbato nonostante in semifinale siano arrivare quattro squadre forti che nei rispettivi gironi sono tutte tra le prime cinque (Conversano 1°, Città di Racale 2°, Borgorosso Molfetta 4° ed Ars et Labor Grottaglie 5°). Nel percorso di Coppa, il Racale, in trasferta ha vinto 2 partite, ne ha pareggiata 1 e ne ha persa 1 (Taurisano). Lontano dal “Basurto” ha subito solo 4 gol  ed è sempre andata in rete tranne con il Taurisano negli ottavi di finale, un dato questo che non deve essere trascurato. Il Grottaglie di Coppa, in casa, ha sempre vinto segnando anche tanti gol: 3 reti al San Marzano, 5 a Manduria e Crispiano, 4 alla Virtus Lecce, subendone solo 3. Gara non facile, da prendere con le molle, ma sicuramente da affrontare con tdecisione per non farsi sfuggire una finale che a Grottaglie manca da 16 anni, dalla doppia e sfortunata sfida persa con la Pievigina nella stagione 2001 – 2002 (Coppa Italia Serie D). Assenti per squalifica Pirretti del Racale e Amaddio del Grottaglie tanti i diffidati tra i grottagliesi che dovranno prestare la massima attenzione. Match affidato a Gianluca Natilladella della sezione di Molfetta che in questa stagione ha diretto in Eccellenza e Promozione.

Commenti

Serie C: Arezzo, serve 1 milione entro aprile per evitare fallimento
Musica: Ecco Aldo Liotino e il suo #UNIVERSO