Eccellenza

Agropoli: Esposito, 'Questo Brindisi può far bene anche in D'

Alessio Petralla
09.06.2019 20:57

L’Agropoli ha provato in tutti i modi a fermare il Brindisi, ma l’impresa non è riuscita. Quesfo il commento di Gianluca Esposito, tecnico dei campani: “Abbiamo giocato la gara come l’avevamo impostata, attaccando in modo equilibrato - spiega a Blunote -. Nel primo tempo abbiamo fatto girare la palla per far abbassare i loro esterni, poi c’è stata l’espulsione di Iaia. Nella ripresa il gol di Pignataro ha cambiato la gara. Dopo il pareggio abbiamo provato a ribaltare la gara, ma non siamo stati bravi a sfruttare le occasioni. C’è rammarico perché il sul tiro di Capozzi, finito sulla traversa, la palla era entrata. Gli arbitri possono sbagliare”.

IL BRINDISI: “Squadra esperta e compatta, anche se meno spavalda dell’andata. Forse avevano paura di non farcela. Se hanno conquistato la Serie D vuol dire che è giusto così”.

LA CORNICE: “Peccato per il malore che ha colpito il tifoso del Brindisi, al quale faccio un grosso in bocca al lupo. Sulla tifoseria brindisina non si può dire nulla: con queste categorie non c’entra nulla. Ci dispiace non essere riusciti a regalare una gioia ai nostri sostenitori”.

SERIE D: “Con la promozione degli adriatici si aggiunge un’altra pugliese e prevedo che la Puglia farà la voce grossa anche l’anno prossimo. Nell’ultimo campionato di D, sette pugliesi si sono piazzate tra le prime nove”.

SQUADRA IMPORTANTE: “Questo Brindisi può ben figurare anche in Serie D. Con l’inserimento di qualche pedina importante può puntare ai playoff”.

Si ringraziano:

Tennis: Qualificazioni ’s-Hertogenbosch, Fabbiano eliminato
Brindisi: Olivieri, 'È il mio riscatto. I ragazzi sono stati dei gladiatori'