TARANTO

Taranto: Croce, 'Ragno? Non lo scopro di certo io'

L'attaccante a Blunote: 'Sono contento di essere rimasto'

Alessio Petralla
11.07.2019 12:30

Una gradita conferma in casa Taranto, quella dell'attaccante Antonio Croce che a Blunote racconta le sue prime sensazioni: "Sono positive: la trattativa è stata facile visto che società e piazza a me sono gradite. Il club sta compiendo sforzi enormi per allestire una rosa competitiva".

CAMPIONATO: "Sarà molto equilibrato con almeno sei, sette squadre ben organizzate. Me lo aspetto avvincente fino alla fine e con un livello più alto rispetto a quello passato. Sono convinto che faremo grandi cose".

OBIETTIVI: "Al momento non ne voglio fissare. Cercherò di far parlare il campo e dare il massimo. Sono i fatti che contano".

REPARTO OFFENSIVO: "Mi aspetto una competizione leale: siamo tutti ottimi calciatori, nessuno deve sentirsi una riserva. Saremo valutati in base all'avversario. Mi trovo e troverò bene con tutti: tra l'altro Genchi è un amico. Sarà facile far inserire i nuovi visto che siamo già un gruppo affiatato".

RAGNO: “Ha vinto parecchi campionati e non lo scopriamo di certo adesso”.

TIFOSERIA: "Ogni volta che guardo gli spalti pieni mi carico. Sono stati esemplari fino alla fine. Ovviamente, sono amareggiati perché non si riesce a salire di categoria, toccherà a noi far tornare l'entusiasmo. La società sta facendo un gran lavoro, il presidente è il primo tifoso, dà il massimo per i colori rossoblu”.

Si ringrazia:

Eventi: Prima serata estiva al Nuovo Territorio di Pulsano
Serie C: Mercato, alla Cavese un centrocampista del Potenza