Cultura, musica e spettacolo

Teatro: Domenica effetti speciali con ‘4 Stagioni 3D’ al Fusco

Il concerto classico si trasforma in uno spettacolo di luci, proiezioni ed effetti speciali

Comunicato stampa
01.02.2019 16:47

Musica, regia, scenografia e tecnologia daranno spettacolo nel prossimo appuntamento della rassegna “Eventi Musicali” domenica 3 febbraio al Teatro Fusco di Taranto (ore 19.15). “4 Stagioni 3D” è il progetto innovativo che vedrà l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Lorenzo Passerini con quattro compositori, quattro stagioni e quattro cartoline d’Italia. Il quattro è il numero che si ripete nelle scenografie digitali d’avanguardia, dove il concerto classico si trasforma in uno spettacolo di luci, proiezioni ed effetti speciali 3D che coinvolgono lo spettatore in un ascolto creativo, immergendolo in ambientazioni sempre nuove. Sarah Rulli, flauto e ottavino; Dino De Palma, violino; Leandro Summo, video designer e Nicola D’Agnelli, installazioni sono i giovani musicisti, registi, scenografi ed esperti di design digitale che hanno creato il nuovo format con il loro impulso creativo, dove la musica classica dal vivo dialoga e interagisce con la tecnologia di ultima generazione in campo di video design. 

L’allestimento innovativo fa da scenario a due programmi musicali altrettanto nuovi, legati dal numero 4 e dall’idea di stupire con effetti speciali.

Tradizione e innovazione prendono forma, la famosissima opera di Antonio Vivaldi, Le quattro stagioni, si rinnova con l’apporto di nuova linfa. Piazzolla, Glass, Richter e Vivaldi vengono affiancati tra loro, ognuno con una stagione, quasi che i quattro compositori collaborassero ad una nuova opera. Ogni stagione si contraddistingue per uno stile, per un linguaggio, per un periodo storico-culturale. Il violino attraversa la storia dal barocco di Vivaldi alla musica popolare argentina del Novecento, il tango di Astor Piazzolla, fino ad arrivare alla modernità di Richter ed al minimalismo di Glass. 

Sarah Rulli si cimenta al flauto e all’ottavino in Quattro cartoline dall’Italia:

1) Roma, con un taglio assolutamente deciso;

2) Amalfi, dove il flauto si riempie dei tanti colori della costiera amalfitana;

3) alla voce dell’ottavino è affidato, ne “La leggenda di Maja”, il racconto secondo cui la dea Maja morì di disperazione per la perdita del figlio sulla cima della montagna abruzzese, che prese il suo nome, Majella;

4) la suite si chiude con “Paese in festa”, la descrizione in musica della giovialità degli italiani e del loro amore per le tradizioni.                                                                                 La sapienza creativa del video designer Leandro Summo interpreta con il videomapping ed effetti speciali l’accostamento tra le arti, tra i periodi storici, l’alternanza delle stagioni e dei luoghi, creando un nuovo prodotto artistico che si stacca dalle origini e vive di vita propria. Per la sua unicità e modernità il progetto è stato premiato e supportato dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale del Governo Italiano nel 2017.

Il programma della serata:

R. Di Marino: Quattro cartoline dall’Italia per flauto, ottavino e archi

Roma – Amalfi – La leggenda di Maja – Paese in festa

Sarah Rulli, flauto e ottavino

A. Piazzolla: Primavera porteña

Allegro, Lento, Allegro

M. Richter: Estate

Allegro non molto, Adagio, Presto

P. Glass: Autumn

A. Vivaldi: Inverno

Allegro non molto, Largo, Allegro

Dino De Palma, violino

Giovane e talentuoso, il Maestro Lorenzo Passerini, nato a Morbegno nel 1991, come trombonista ha intrapreso tournée in tutto il mondo. Parallelamente alla professione da strumentista, nel 2010 ha iniziato lo studio della direzione d'orchestra. È fondatore dell'Orchestra Antonio Vivaldi. 

Nata nel 1984 Sarah Rulli è una musicista eclettica, creativa, innovativa. Dalla classica al tango nuevo, dal barocco alla musica contemporanea, le sue performance sono cariche d'espressione, carattere ed eleganza; elementi che rendono il suo stile inconfondibile.

Dino De Palma, violino di spalla dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, della Filarmonica Marchigiana, dell’Orchestra da camera di Bologna, prima viola nell’Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia e del Teatro Regio di Parma, ha collaborato con diverse orchestre sinfoniche.

Restano ormai pochi posti per assistere allo spettacolo innovativo!

Costo del biglietto: 20 euro

Main sponsor: Ubi Banca e Shell. 

Partner: Programma Sviluppo, Baux Cucine.

Partner istituzionali: Comune di Taranto, Regione Puglia, Mibac, Fondazione Puglia.

Per informazioni e biglietti: a Taranto presso Orchestra della Magna Grecia, in via Tirrenia n.4 (099.7304422) - via Giovinazzi 28 (cell. 392.9199935).

Basile Strumenti Musicali, Taranto, via Matteotti 14 (099.4526853)

Gran Gala del cavaliere, premiati in Puglia oltre duecento atleti
Donne e Basket: Progetto Epic, invito per 8 giovani pugliesi