ALTRI SPORT

Formula 1: Il primo libro dedicato al pilota Antonio Giovinazzi

Scritto dal giornalista e blogger barese Adriano Cisario

Comunicato stampa
19.02.2019 19:45

Antonio Giovinazzi, 25 anni, di Martina Franca, ha realizzato il suo sogno e il prossimo 17 marzo sarà tra i venti cavalieri della velocità e del coraggio al via del primo Gran Premio di F1 della stagione 2019, a Melbourne, in Australia. La sua storia, quasi una favola, rivive ora nel primo libro a lui dedicato “Giovinazzi: dalla Valle d’Itria alla F1. Cronaca di un sogno divenuto realtà”, scritto dal giornalista e blogger barese, esperto di motori e F1, Adriano Cisario. La pubblicazione (ebook e cartacea) è disponibile sul web, nella sezione Motori dello Store ebooks-kindle di Amazon.it. Il pugliese, già terzo pilota Ferrari, è stato ingaggiato dal team Alfa Romeo Racing e così, oltre a rappresentare dopo sette anni di assenza l’Italia nella massima formula automobilistica, ha portato a compimento un viaggio breve e insieme lunghissimo, intrapreso fin da bambino, da quando all’età di tre anni il papà gli regalò un mini kart e la sua adolescenza fu segnata dalle imprese leggendarie del suo idolo ferrarista, Michael Schumacher. Si tratta del resoconto agile e vivido della sua carriera, anno dopo anno, categoria dopo categoria, contraddistinta dal talento innato di un ragazzo mite e giovale, eppure animato da una ferrea determinazione. Soprattutto, è la storia di un giovane del Sud Italia con un progetto di vita difficile, se si considera la latitudine di partenza. Lo ha invece perseguitocon assoluta convinzione, ha superato distanze, problemi e avversità, fino alla meta ultima. E’ ancora solo l’inizio ma Giovinazzi ha già vinto la gara della vita: “Ho capito che se ci credi veramente i sogni si avverano”.

________________________________________________________________________________

Adriano Cisario, giornalista e blogger specializzato motorsport, è nato a Bari nel 1965. Folgorato sulla via dei motori all’età di 11 anni, da quel fatidico 1976 nel quale la Formula 1 è diventata veramente globale grazie agli echi dell’epico duello Lauda-Hunt, è alla sua prima esperienza editoriale. Ha scritto articoli per il Quotidiano di Bari, la Nuova Gazzetta di Modena, il settimanale Sport Auto Moto ed è stato addetto stampa dell’Autodromo del Levante di Binetto (Bari). Ha effettuato uno stage presso la Direzione Comunicazione della Citroen a Neuilly-sur-Seine e nel 1994 gli è stato conferito il Premio “Amico dello Sport–Amico della Vita”. Dopo un primo sbarco sul web attraverso il proprio sito MotorNet.xoom.it è ora autore del blog di notizie, anticipazioni e storia dei motori Motor-Chicche.blogspot.com (Kijiji Website Award 2013). La passione per l’automobilismo, unita all’attenzione verso componenti umane di questo sport, lo hanno portato a dedicare un libro al pilota della sua stessa regione.

Musica: Gli eventi di marzo di Industrie sonore
Teatro: Due appuntamenti si fondono assieme