Giovanili

Giovani Cryos: Giovanissimi Regionali, esordio per un 2006

13.02.2018 10:02

Continua la fase positiva dei giovanissimi regionali allenati da mister Tripiedi, oggi impegnati in trasferta con la compagine Asd Sava, dopo una fase un pò difficile sul piano delle prestazioni e che ha visto rincorrere la condizione psicologica per un pò di tempo. Una gara dai due volti, un tempo ciascuno di gioco in cui agonismo e orgoglio hanno dato vita ad una partita intensa e a tratti anche emozionante. 
Il direttore di gara è Cosimo Scatigno della Sezione AIA di Brindisi.

Inizia in salita la gara per la Cryos, al 3' minuto un calcio d'angolo viaggia oltre il secondo palo e dopo una piccola fase di confusione l'attaccante locale batte a rete per il vantaggio del Sava, 1-0. Non c'è risposta della Cryos, non si riescono a costruire trame di gioco e gli avversari sulle ali dell'entusiasmo diventano sempre più pericolosi. Al 17' punizione in favore del Sava, la palla esce alta sulla traversa. Al 20' ci prova D'Arco dal limite dell'area, ma Salinaro è ben piazzato e blocca con non troppa difficoltà. Al 21' altra punizione in favore dei locali, ma il tiro non trova lo specchio della porta e finisce fuori non di molto. Momento positivo per i padroni di casa, al 25' dagli sviluppi di un calcio d'angolo l'attaccante del Sava colpisce di testa e la palla sbatte sulla parte superiore della traversa. Al 28' ennesima punizione dai 20 metri, la palla esce di pochissimi centimetri fuori dalla porta difesa da Presicci. Primo tempo nettamente in favore dei padroni di casa, la Cryos si difende ma non velocizza, lenta e prevedibile risulta la manovra degli ospiti che non arrivano quasi mai alla conclusione. Inizia il secondo tempo e ci vuole Presicci per togliere le castagne dal fuoco,  al 6' minuto fase offensiva del Sava, l'attaccante in velocità arriva in area e va al tiro da distanza ravvicinata, ben piazzato sul primo palo il portiere chiude lo specchio e spegne le speranze per il raddoppio dei locali. La Cryos risponde con orgoglio e determinazione all'andamento della gara, si inizia a ricamare qualche trama di gioco importante, al 22' un azione concitata viene chiusa al termine dall'intervento di Salinaro, al 26' azione partita dalle retrovie, sull'asse centrale Ieva-Villani, l'assist per D'Arco supera la difesa avversaria ma il tiro viene respinto dal portiere che nulla può sulla seconda battuta di Marangione che ci crede e segna il gol del pareggio, 1-1. La Cryos ci crede e prende coraggio, bastano solo 3 minuti per la seconda intuizione di Villani che sfrutta in verticale un Basile velocissimo in anticipo su Salinaro che non ci arriva e con un pallonetto insacca la rete del vantaggio, 1-2 Cryos. Fase finale concitata, numerosi gli interventi decisi e la determinazione di entrambe le squadre rende la gara molto tesa e agonisticamente dura, si registra al 34' anche l'espulsione per seconda ammonizione del portiere Savese. Al 36' un Basile scatenato sulla fascia riesce a saltare gli avversari ed arrivare sul fondo, parte un cross preciso per Marangione che tutto solo al centro della lunetta dell'area di rigore ha il tempo per controllare e piazzare alla destra del subentrato Bernardi per il gol che chiude definitivamente una gara totalmente ribaltata nella seconda frazione di gioco, Non c'è altro tempo a disposizione oltre i 4 minuti di recupero e il triplice fischio del direttore di gara chiude sul risultato di 1-3 in favore della Giovani Cryos. Un finale arrembante, una prova d'orgoglio che ha visto crescere sempre di più nel secondo tempo gli ospiti, che dopo il gol del pareggio hanno acquisito fiducia nei propri mezzi e hanno ribaltato un risultato con una prestazione positiva anche se solo nel secodno tempo. Tripiedi analizza così l'andamento della gara: "Sono soddisfatto a metà, nel primo tempo abbiamo subito le offensive della compagine avversaria, non siamo stati bravi a partire con velocità dalle retrovie e siamo stati prevedibili sotto tutti gli aspetti, non è partita nessuna trama di gioco per nostro demerito, non possiamo pensare di giocare al calcio se scendiamo in campo in questo modo. Al secondo tempo invece, abbiamo cambiato atteggiamento, i ragazzi hanno cercato a tutti i costi di creare con più velocità di pensiero le azioni partendo sempre dalle retrovie, e siamo stati bravi a concretizzare tutte quelle che sono arrivate. Si è cominciato a giocare al calcio con più voglia e velocità, e la prestazione ha portato buoni frutti. Oltre l'analisi volevo sottolineare che anche oggi abbiamo dato la possibilità a due atleti sotto età di ben 2 anni, nati nel 2005, di partire dal primo minuto, mentre, oltre a far scendere in campo altri 2005 nel secondo tempo, c'è stato spazio per far esordire per la prima volta  in questo campionato regionale anche un atleta nato nel 2006, che ha avuto modo di destreggiarsi per quasi un tempo intero con ragazzi addirittura di 3 anni più grandi. E' una grossa soddisfazione per la Società riuscire a far giocare atleti più piccoli, segno di consapevolezza che la strada da intraprendere è sempre quella della crescita dei ragazzi e non alla finalità esasperata del solo risultato." Prossimo appuntamento a domenica 18 febbraio al Campo Comunale di Maruggio alle ore 11 con la Pol. Dil. Mottola.

SAVA: Salinaro, Summa, Distante, Demitri, Perrucci (C), Caprino, Passiatore (34'st. Bernardi), Maggi (VC) (3'st. Tatullo), Calò, Strada, Loparco. Panchina: Bernardi, Di Noi, De Cataldo V., Caputo, Tatullo, De Cataldo D., Calò. Allenatore: Mirko Sarli.

ASD GIOVANI CRYOS: Presicci, Pugliese (36'st. Prontera), Ingrosso (VC), Mele (2'st. Ieva), Gallotta (C), Quero (10'st. Leggieri), D'Arco, Caputo (18'st. Villani), Basile, Marangione, D'Andria (2'st. Sportelli). Panchina: Motolese, Pappadà. Allenatore: Massimo Tripiedi.

Ammonito: Maggi (S)

Espulso: Salinaro (S)

Malore in campo, Delfini Jonici Taranto ringraziano l’Asd Ginosa
Basket C/F: Ad Mariora Taranto, posticipo con Santeramo