BASKET

Basket C/F: Ad Maiora, al PalaMazzola lo scontro diretto con Corato

Per l’indisponibilità del PalaLosito, la Lega ha dato l’ok all’inversione dei campi

Comunicato stampa
29.11.2018 00:36

Si giocherà al Palamazzola sabato 1 dicembre, alle 20.00, il big match della Serie C femminile di basket. Il perdurare dei problemi tecnici del PalaLosito costringe la compagine coratina a chiedere ospitalità per le proprie gare interne su altri campi. La Ad Maiora si è mostrata da subito disponibile a un’inversione di campo, e ha proposto al Corato di disputare la gara di andata a Taranto, mentre quella della giornata di ritorno si giocherà a Corato. Nelle scorse ore è arrivato l’ok del Comitato Regionale Puglia. Occasione da sfruttare quindi per Viesti e compagne visto che, nonostante il calendario proponga una gara esterna, il parquet amico potrebbe pesare sull’esito finale della gara. “Giocare al Palamazzola è chiaramente un vantaggio, ma ci interessa soprattutto non perdere il ritmo, dato che la partita contro l’Intrepida non si è disputata a causa di un brutto incidente stradale sulla Statale 7, che ha impedito alle brindisine di raggiungere il Palamazzola. Quella di sabato è un’occasione da sfruttare per provare ad allungare il vantaggio su una nostra diretta concorrente per la vittoria del campionato”, commenta il coach Palagiano.

“In settimana conosceremo le decisioni del giudice sportivo riguardo la gara non disputata sabato scorso a Taranto. Dando per scontato il recupero del match, si attende la data che i due team dovranno concordare a breve, sicuramente prima della fine del girone di andata. Tornanso alla sfida con Corato di sabato sera, i tifosi devono essere la nostra arma in più, li aspettiamo numerosi: in campo sentiamo il loro calore, ne abbiamo bisogno”, è il commento della guardia Ciminelli.

Appuntamento quindi al Palamazzola sabato 1 dicembre ore 20.00: Nuova Matteotti Corato e Ad Maiora Taranto, ingresso gratuito.

Gruppo Consiliare: ‘Giochi del Mediterraneo grossa opportunità’
Successo in Tunisia per la ballerina tarantina Roberta Di Laura