ALTRI SPORT

Boxe: Due medaglie tarantine ai campionati Youth

Un argento e un bronzo alle finali di Rocca Porena-Cascia, in Umbria

Comunicato stampa
26.11.2018 23:41

D’Alconzo dopo aver superato Samsa

Un argento e un bronzo: questo è il bilancio della Quero-Chiloiro Taranto ai Campionati italiani “Youth” di boxe andati in scena in quest’ultimo weekend a Rocca Porena-Cascia, in Umbria. Nella competizione nazionale, riservata alle classi 2000 e 2001, indetta dalla Federazione Pugilistica Italiana ed organizzata dalla Polisportiva Valle Umbra Nord, i due atleti della società pugliese, Elio D’Alconzo e Giovanni Rossetti, sono arrivati rispettivamente in finale ed in semifinale. D’Alconzo, nella categoria dei 56 kg, è uscito dalla kermesse tricolore con una medaglia d’argento al collo. Giovanni Rossetti, nella sezione 75 kg, ha arpionato un metallo di bronzo. Questo è l’andamento nella competizione nazionale dei due boxeur della Quero-Chiloiro. Nella categoria 56 kg l’ascesa al titolo tricolore di D’Alconzo è stata stoppata dal miglior avversario in lizza, ovvero il campione italiano uscente “Youth”, il laziale Simone Spada, il quale ha battuto D’Alconzo nella finalissima per 4-0. Contro il favorito della competizione, l’atleta tarantino non ci ha creduto totalmente, complice la mano destra dolorante che lo ha tormentato nei venti giorni precedenti ai Campionati, e la tensione della finale. D’Alconzo dopo un buon impatto col match, ha perso quota di fronte un avversario tecnico e di pesante esperienza. La sconfitta emerge dall’incontro comunque a testa alta. All’atto decisivo D’Alconzo ci era arrivato con due successi nel taschino, quelli conquistati rispettivamente nei quarti di finale con Leo Samsa, per il Friuli Venezia-Giulia, rappresentante la B. C. Trieste 2006, per sospensione cautelare alla prima ripresa dopo aver inflitto un knock-out con il suo destro di incontro dolorante che ne aveva messo in forse la partecipazione; ed in semifinale nel match battuto a senso unico (4-0) col piemontese figlio d’arte Samuele Furlan,seconda testa di serie, con più match affrontati rispetto a D’Alconzo, che l’atleta jonico aveva già battuto questa estate al “Trofeo Città di Taranto”.

Rossetti ha battuto Barbato

Nella categoria dei 75 kg, invece, Giovanni Rossetti ha impattato positivamente il campionato “Youth” battendo nettamente (5-0 lo score) il campano Raffaele Barbato della storica ExcelsiorMarcianise. Successivamente, in semifinale, Rossetti si è inchinato 3-1 all’abruzzese Luca Iovoli, campione in carica, poi sconfitto nella finalissima dal veneto Naichel Millas. Un verdetto che punisce un andamento incostante di Rossetti, sotto le aspettative del tecnico Cataldo Quero, che traccia un bilancio della partecipazione ai Campionati nazionali dei suoi atleti: “Premettendo della dura concorrenza di una manifestazione che è la fucina dei campioni della futura classe olimpica Elite, va detto che sia D’Alconzo che Rossetti avrebbero potuto dare di più. Il primo,che è al terzo argento di una finale nazionale dopo le competizioni Schoolboys e Junior, ha patito il suo dolore alla mano d’attacco. Il secondo non ha dato tutto ciò che poteva. Rimangono comunque due medagliati di una manifestazione di alto livello, che produce esperienza”.

Serie B: Crotone-Cosenza 0-1, Idda salva la panchina di Braglia
Serie C/B: Gubbio, Giuseppe Galderisi nuovo allenatore