Promozione

I primi verdetti delle tarantine: l'analisi del tecnico Mirko Sarli

Alessio Petralla
09.04.2019 19:51

Primi verdetti, purtroppo negativi, per le tarantine in Eccellenza e Promozione A e B, mentre il Prima Categoria si giocherà ancora per due domeniche per sancire i risultati finali. A tracciare una panoramica completa, a Blunote, sulle compagini della provincia di Taranto è l'ex tecnico del Sava Mirko Sarli: "Purtroppo il primo verdetto, in Eccellenza, è negativo con l'Avetrana che è retrocessa in Promozione per via delle note vicissitudini stagionali. Ai ragazzi va l'onere di aver portato avanti una stagione difficilissima: un plauso a tutti loro. Nel calcio, purtroppo, molto spesso non esiste la riconoscenza ma mi auguro che per questi giovani l'avventura di Avetrana possa essere solo un trampolino di lancio. Comunque, sono convinto che in Promozione questa squadra farà bene. Il Brindisi, invece, con un programma pluriennale, è arrivato a ridosso del quotatissimo Casarano. La società adriatica si è mossa bene trovando davanti, a loro malgrado, solo una corazzata. Nei play off nazionali, i biancoazzurri faranno bene vista la grande organizzazione e il blasone. Glielo auguro perchè, come il Taranto, in passato ha giocato in campionati importanti".

PROMOZIONE/A: "Per quanto riguarda il Ginosa, nonostante gli sforzi, l'annata non è andata proprio dirtta. Il cambio di panchina a volte serve per dare una scossa ma, ovviamente, c'è bisogno di tempo per dare la possibilità al neo tecnico di lavorare. I biancoazzurri non sono riusciti ad allungare il passo nei momenti decisivi. Il Martina, invece, ha fatto di tutto per vincere: lo dimostra la stessa classifica. Il calcio è imprevedibile e per un pari di troppo ad inizio stagione si può perdere un campionato. Ora devono giocare il play off e sono convinto che vorranno acciuffare la promozione con i denti. La meritano".

PROMOZIONE/B: "La classifica finale, nelle parti basse, è molto corta: ogni compagine ha lottato al massimo. Il Talsano è arrivato stanco al rush finale ed è stato falcidiato da infortuni pesanti. Dopo un inizio entusiasmante si è ritrovato penultimo e dovrà giocare il suo spareggio in quel di Carovigno. Il Lizzano, invece, aveva iniziato male anche per via del campo. Poi, con grandi sforzi societari, ha provato a risalire comprando calciatori anche di due categorie superiori. Mi dispiace tantissimo per i rossoblù e per Palmieri, tecnico che conosco da anni e che sicuramente non se l'aspettava".

PRIMA CATEGORIA /B: "Nelle ultime due-tre partite si ha avuto la certezza che, fino alla fine, la sfida sarà tra Castellaneta e Grottaglie. Il Sava farà i play off. Le due formazioni di testa in queste ultime due giornate spenderanno tanto a livello mentale mentre il Sava potrà ricaricare le batterie in vista dello spareggio".

PRIMA CATEGORIA/C: "Il campionato non è chiuso. Il Matino, che ha tre punti in più del Manduria, sta vincendo le partite stentando, segnando solo un gol e quindi potrebbe incappare in un passo falso. Da tarantino tifo Manduria anche perchè li ci sono stato".

Si ringraziano:

Cerignola: Patto tra società e squadra, ‘Crederci fino alla fine’
Punto C/C: Rigoli, 'La Juve Stabia ha tutti gli ingredienti per vincere'