Giovanili

Giovani Cryos: Mino Rivizzigno, ‘Siamo un’oasi verde’

Parla il responsabile tecnico della scuola calcio del presidente Lafratta

Comunicato stampa
13.02.2019 09:47

Mino Rivizzigno

Prosegue il viaggio alla scoperta di Casa Cryos, questa volta è il turno del Responsabile Tecnico della scuola Calcio del Presidente Lafratta, Mino Rivizzigno, che oltre a presentare la propria figura professionale ha voluto porre l’accento su quanto determinante sia l’ambiente di lavoro nel processo di crescita delle leve biancoverdi. “Mi occupo di quelle che sono le metodologie di lavoro e di allenamento, operando a stretto contatto con ragazzi che vanno dai cinque ai dodici anni di età. Nello specifico curo l’aspetto fisico e coordinativo, che in particolar modo a questa età risulta determinante nello sviluppo dei piccoli atleti. Non sono solo, al mio fianco lavora un’equipe di livello composta da diversi tecnici qualificati, ai quali va aggiunta l’importante figura della dottoressa Corigliano, diplomata Isef e docente di Scienze Motorie. Tutto è curato nei dettagli. L’aspetto ludico e formativo si fondono e la meticolosità del nostro lavoro è dimostrata dai numeri. Basti pensare che ogni tecnico lavora sul campo con massimo sette bambini, ognuno dei quali ha sempre a disposizione il proprio pallone personale. Siamo un’oasi verde, abbiamo la fortuna di poter svolgere il nostro ruolo in una struttura importante come l’Olimpiakos Club di Lama. Questo ci permette di poter programmare il lavoro nel migliore di modi non solo sotto il profilo dell’allenamento, ma anche a livello logistico. Grazie a questa organizzazione capillare riusciamo a sfruttare appieno le risorse che ci vengono messe a disposizione e a concentrare tutte le nostre attenzioni esclusivamente sull’educazione e sull’allenamento dei nostri bambini, che sono il centro indiscusso dell’universo Cryos”.

Teatro Orfeo: Iva Zanicchi non sta bene, annullato il suo show
Clamoroso: Fidelis Andria-Taranto a porte chiuse