Serie D

L’opinione: ‘Serie D campionato strutturato male...’

Quasi 170 club iscritti garantiscono un peso politico non indifferente alla Lnd: forse, De Laurentiis non ha tutti i torti...

05.08.2018 10:18

Cosimo Sibilia, presidente della Lnd

DI GIANNI SEBASTIO La Serie D è un campionato strutturato male. Sono iscritte quasi 170 squadre per sole 9 promozioni (piu'difficile di un concorso pubblico). I Play off servono a poco o nulla e una sola promozione contribuisce a rendere la contesa poco interessante (per il netto divario di punti) già da gennaio sia nei borghi che nei grossi centri. Bisognerebbe trovare il modo di aumentare le promozioni, magari riducendo gironi e concorrenti. In più, si aggiunge la regola degli junuiores obbligatori che rende tutto più complicato e sicuramente poco gratificante anche per questi ragazzi che devono “giocare per forza” indipendentemente dalla loro bravura per poi diventare improvvisamente vecchi a soli 21 anni (quest'anno in D nessuno richiede ragazzi nati nel 1997). Al momento, vincere la D è un'impresa titanica.

Serie D: Cerignola, sei reti nella prima uscita stagionale
Teatro: Luca Chianura, 'E' stata una serata di grande teatro'