TARANTO

Evangelisti: 'Taranto? Non conterebbe la categoria, però...’

Alessio Petralla
21.05.2019 16:13

Il Taranto è uscito malamente sconfitto dal “Monterisi” di Cerignola perdendo la finale playoff. Un epilogo triste e pesante che l’ex ds, attualmente tesserato con la Ternana, Luca Evangelisti commenta così a Blunote: “Purtroppo il Taranto non è riuscito a vincere la sfida più importante della stagione. Il Cerignola lo ha meritato sul campo”.

IL CAMPIONATO: “Questo campionato premia una sola squadra, perciò le sorprese in negativo sono state tre, quattro. Il Picerno è stata la sorpresa assoluta visto che non era favorito”.

IL TARANTO: “Aveva un organico di prim’ordine e poteva lottare fino alla fine per il primato. Ovviamente, non ho potuto seguirlo tutte le settimane, ma posso dire che è mancata la continuità nei momenti cruciali della stagione”.

PANARELLI: “E’ giusto che la società prenda le sue decisioni: sanno loro quali sono le scelte più opportune da fare e vanno rispettate. A freddo non è facile parlare”.

ZONA RETROCESSIONE: “Anche li sotto è stato un campionato difficile: quando non si programma bene poi si pagano le conseguenze.”.

I PLAY OFF: “Non esiste ancora nulla di delineato: vedremo la composizione dei gironi. I play off servono per i parametri che saranno molto selettivi visto che si baseranno sia a livello finanziario che strutturale. Perciò, bisognerà vedere quante società vi parteciperanno. Comunque il campionato si vince a giugno dell’anno prima in cui si deve mettere insieme un gruppo di lavoro per cercare di raggiungere l’obiettivo che resta comunque sempre difficile da cogliere”.

EVANGELISTI: “Ho, ancora, il contratto con la Ternana e devo chiudere alcune situazioni. Taranto? E’ sempre dentro di me sia come calciatore che come dirigente. Per quanto riguarda il Taranto non conterebbe la categoria. Ovviamente devono esserci chiarezza, progettualità e programmazione. Non si può improvvisare. La città dei Due Mari può permettersi un progetto importante. L’allenatore? In riva allo Ionio serve un tecnico con delle caratteristiche ben precise. Ovviamente, prima bisognerebbe confrontarsi con la società”.

Si ringraziano:

Eccellenza: Playoff nazionali, parte prevendita per Brindisi-Lavello
Cisl FP: ‘Salvano le vite, ma non sono pagati’