1a Categoria

1a Categoria/B: Grottaglie, Masella regala 3 punti all’ultimo respiro

Successo in rimonta al ‘D’Amuri’: prosegue il duello con il Castellaneta

Michele Trani
27.01.2019 18:59

Tre punti voluti, cercati, sudati. Il Grottaglie soffre, ma vince anche contro la Football Acquaviva al termine di una partita al cardiopalma decisa all'ultimo istante dal giovane Masella, chiamato in causa nel finale da Orlandini per irrobustire la prima linea offensiva. Un match difficile che il Grottaglie ha avuto la calma e la freddezza di ribaltare nonostante il gran primo tempo degli ospiti unito all'ostruzionismo  quasi dilagante della ripresa. Al D'Amuri arriva così l'ottavo successo consecutivo di Camassa e compagni che allungano ad undici la serie positiva. L'ennesima vittoria non basta però a staccare il Castellaneta, in grado di battere senza troppi problemi i brindisini dell'Erchie. A dodici giornate dal traguardo la sensazione è che la vittoria del campionato si deciderà nei residui scontri diretti, a partire dal match clou del 24 febbraio quando le due squadre si fronteggeranno al D'Amuri. Il Grottaglie, seppur con qualche affanno, prosegue intanto spedito la sua marcia. Dopo aver cambiato qualche pedina contro la Don Bosco, Orlandini torna all'antico rilanciando la difesa titolare composta da Cirrottola, Camassa e Pizzolante. A centrocampo spazio per Pisano ed Appeso sulle corsie laterali con Fonzino, Napolitano e Raffaello a formare la cerniera centrale. In avanti Birtolo vince il ballottaggio con Galeandro e si piazza al centro dell'attacco davanti all'inamovibile De Tommaso. Poche novità anche negli ospiti con mister Di Giorgio che fa leva su un undici giovane e sbarazzino che ha in Abrusci il suo terminale offensivo. Partono forte gli ospiti che provano subito a rompere gli indugi al decimo con Abrusci che si vede murato sul più bello dalla difesa di casa. Sulla corta respinta la palla giunge a Colaianni che, da posizione favorevolissima, calcia addosso a Costantino. La reazione del Grottaglie arriva con il solito Appeso la cui bordata da fuori è respinta con affanno da Miale. Al 26', su una verticalizzazione ospite, Cirrottola buca l'interventopermettendo a Colaianni di presentarsi tutto solo davanti a Costantino e di siglare il vantaggio gialloblù. Immediata la reazione degli uomini di Orlandini con Birtolo che costringe al miracolo Miale sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da De Tommaso. Il numero dieci biancazzurro si mette in proprio sessanta secondi più tardi quando appena entrato in area cerca e trova il contatto con Racano. Per l'arbitro è rigore che però Appeso si fa respingere da uno straordinario Miale, lesto a ribattere anche il successivo tap-in di Napolitano. Il Grottaglie non si arrende e trova il meritato pareggio con una parabola impossibile di De Tommaso che inganna Miale trafiggendolo direttamente dalla bandierina. La partita si vivacizza: Abrusci simula in piena area il contatto con Camassa e viene ammonito. Un minuto più tardi Carnevale prova la conclusione dal limite costringendo alla respinta Costantino. Il Grottaglie ci prova con gli attivi De Tommaso ed Appeso, ma senza fortuna. Nella ripresa Orlandini getta subito nella mischia Collocolo al posto di uno spento Fonzino nel tentativo di cambiare l'inerzia del match. L'avvio però è ancora di marca ospite con Colaianni che spreca una buona opportunità in azione di rimessa. Il tecnico grottagliese tenta allora l'azzardo delle tre punte con Galeandro che rileva un insufficiente Napolitano. De Tommaso telecomanda due calci d'angolo sulla testa di Cirrottola senza che quest'ultimo riesca a trovare il varco giusto per battere Miale. Al 20' solita iniziativa di Appeso che, dal fondo, mette in mezzo per Galeandro. Leo lo anticipa in spaccata con la palla che finisce tra le braccia distese di Miale. Orlandini si gioca anche la carta Castellaneta invertendo di fascia Appeso. Lo stesso Appeso viene steso con le cattive da Carnevale al 28', ma l'arbitro, insufficiente la sua prova, lo grazie incredibilmente redarguendolo solo verbalmente. L'espulsione però è solo ritardata di qualche minuto perché Cardinale bissa l'intervento atterrando De Tommaso e costringendo il sig. Santo della sezione di Bari ad estrarre il secondo cartellino. Dai venti metri il trequartista biancazzurro tenta il tiro a giro senza trovare lo specchio. Il Grottaglie tenta il tutto per tutto con l'ingresso di un'altra punta, il giovane Masella. Proprio il neo entrato si rende protagonista di una grande giocata sull'out di destra prima di essere atterrato in piena area di rigore. Ma l'arbitro lascia correre tra le proteste veementi del pubblico. De Tommaso ci riprova da calcio franco con la palla che si spegne di poco oltre la trasversale. Finale arroventato con tutto il Grottaglie proteso in avanti alla ricerca del vantaggio. Masella si divora il 2-1 a due dal traguardo dopo un gran numero in area di rigore. Sei i minuti finali di recupero. Al 94' siluro di De Tommaso dal limite su cui si supera Miale, da otto in pagella. Dal successivo corner De Tommaso mette dentro per Galeandro che, da due passi, costringe all'ennesimo miracolo Miale. Sulla corta respinta però è il grottagliese purosangue Masella ad anticipare tutti e  far crollare il muro dei baresi mandando in estasi il D'Amuri. Finisce 2-1 con il Grottaglie che festeggia con i tifosi e resta incollato al Castellaneta nella lotta al primato.

GROTTAGLIE-F. ACQUAVIVA 2-1

RETI: 26' Colaianni (FA), 30' De Tommaso (G), 90’+5’ Masella (G)

GROTTAGLIE (3-5-2): Costantino; Cirrottola (dal 37's.t.Amaddio), Camassa, Pizzolante (82’ Masella); Pisano (67’ Castellaneta), Fonzino (46’ Collocolo), Raffaello, Napolitano (55’ Galeandro), Appeso; De Tommaso, Birtolo. Panchina: Caliandro, Amaddio, Lecce, Halì, Comes. All. Orlandini.

FOOTBALL ACQUAVIVA (4-4-2): Miale; Racano (69’ Vasco), Laneve, Leo, Trotti; Colaianni (69’ Tisci), Fazio, Cardinale, Farella; Carnevale (82’ Farella), Abrusci. Panchina: Carnevale, Napoletano, Lucarelli, Farella, Antonicelli, Colaianni D., Cicero. All. Di Giorgio.

Arbitro: Santo di Bari.

Ammoniti: De Tommaso, Collocolo, Camassa, Cirrottola, Amaddio, Raffaello (G); Abrusci, Tisci, Fazio (FA)

Espulso: Cardinale (FA) al 79’ per doppia ammonizione.

Note: Angoli 9-2. Recuperi 3'/6’. Spettatori 250, terreno di gioco in discrete condizioni. 

Taranto: Roberti, ‘Non avevo mai segnato davanti a 7000 tifosi’
[Video] Taranto-Cerignola 2-1: La sintesi di PMG Sport