Cultura, musica e spettacolo

Teatro: ‘Trac, lavori in corso’ al TaTÀ di Taranto

Da settembre a dicembre, cinque progetti creativi ospitati dal Crest in residenza artistica

Comunicato stampa
28.08.2019 15:02

Dal bando alle creazioni. Ultimate le procedure di rito, dalla call iniziale alla graduatoria definitiva, entra nel vivo a settembre l’attività 2019 dei Trac, acronimo di Teatri di residenza artistica contemporanea. E Taranto, con il binomio Crest-TaTÀ, è tra i quattro poli geografici del primo Centro di residenza teatrale della Puglia, che copre una distanza di oltre 300 km dalla Capitanata al Salento e che ogni anno accoglie artisti e compagnie in cerca di una casa per la loro ricerca artistica, incentivando, contestualmente, nuove connessioni creative e generative, in ambito socio-educativo.

È ufficiale il calendario degli artisti (e dei relativi progetti creativi) che saranno ospitati dal Crest, da settembre a dicembre, in residenza artistica negli spazi teatrali del TaTÀ di via Deledda ai Tamburi: dal 6 al 13 settembre compagnia Malakoff (Luca Bellezze e Michele Fois) con “Oasi” (vincitore bando Trac 2019 per la sezione “Nuove Generazioni”); dal 30 settembre al 5 ottobre Ida Chiatante con “I mangiatori di filo”; dal 21 al 27 ottobre Pierfrancesco Nacca con “Polvere”; dal 15 al 21 novembre Giulia Bean con “Cabe, a Vhs Elegy” (vincitore bando Trac 2019 per la sezione “Trampolino”); dal 25 novembre al primo dicembre Andrea Simonetti con “Turn over”. Il calendario di creazione di alcuni progetti prevede prove aperte di fine residenza per testare i lavori al fine di calibrare al meglio la relazione con il pubblico.

Nato in risposta all’Intesa Stato/Regioni del 21 settembre 2017 e naturale erede della preziosa storia regionale delle residenze teatrali (Teatri Abitati), Trac è un progetto che coinvolge cinque compagnie, quattro teatri e uno spazio studio ed è sostenuto dalla Regione Puglia e dal Mibac, con il partenariato della Provincia di Taranto e dei Comuni di Novoli, Ruvo di Puglia, Castellana Grotte e Manfredonia. I Teatri di residenza artistica contemporanea che danno vita al Trac sono FactoryCompagnia Transadriatica e Principio Attivo Teatro - Teatro comunale di Novoli (Lecce); Crest - TaTÀ di Taranto; La luna nel letto / Tra il dire e il fare - Teatro comunale di Ruvo di Puglia e Spazio Artinscena di Castellana Grotte (Bari); Bottega degli Apocrifi - Teatro comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia (Foggia). 

Motori: Coviello firma il 2° formula challenge ‘Mari e Motori’
Brindisi: Dionisio, ‘Come si batte il Taranto? Con intensità e concentrazione’