1a Categoria

1a Categoria/B: Punto, Grottaglie e Castellaneta, continua il duello

Le prime due della classe fanno il vuoto portando a nove le lunghezze di vantaggio sulla terza posizione. Zona salvezza: colpaccio del San Vito, bene l’Erchie

Michele Trani
28.12.2018 13:01

Prosegue il duello a distanza tra Castellaneta e Grottaglie, ancora vincenti e sempre più in vetta al girone B del campionato di Prima Categoria. Partiamo dai valentiniani che non risentono del doppio impegno settimanale schiantando senza pietà un San Marzano che si conferma fragile lontano dalle mura di casa. I biancorossi, dopo aver espugnato nel recupero di giovedì il campo della Cedas Avio Brindisi, portano a casa altri tre punti guidati dal solito Gjonaj, sugli scudi nel 5-2 finale. I tarantini agguantano così definitivamente il Grottaglie, bravo a ribaltare il Polimnia, fuggito via al D’Amuri con un gol del solito Patti. L’importanza del mercato dicembrino è tutta nella reazione degli uomini di Orlandini che sembrano aver trovato la quadra in attesa dei rientri definitivi di De Tommaso e Fonzino che potranno garantire un ulteriore salto di qualità all’undici biancazzurro. Il D’Amuri si conferma alleato importante anche se è il cammino esterno, nettamente il migliore nel raggruppamento, ad evidenziare con forza la capacità di spegnere le velleità dei rivali dei biancazzurri. Dietro il duo di testa si apre un’autentica voragine perché il Capurso non riesce a reggere il passo e crolla a meno nove, sconfitto all’inglese da un redivivo Latiano. Si accorcia così la classifica in chiave play-off con il Sava che risale la corrente imponendosi a valanga sull’Atletico Acquaviva, penultima forza del girone. Protagonista assoluto della vittoria bomber Vasco, autore di una tripletta. Vince il Sava dunque, mentre non va oltre uno scialbo pari ad occhiali il Locorotondo, frenato al Viale Olimpia da un Crispiano ormai lontano parente da quello abulico di inizio stagione. Ferme al palo Polimnia e San Marzano, conferma di avere velleità play-off il Massafra che si impone 3-1 sul campo della Cedas e vola a quota 24, a meno uno dal terzetto composto da Locorotondo, Sava e Polimnia. Rallenta, invece, la Football Acquaviva che manca l’aggancio al treno play-off facendosi fermare in casa dall’Erchie. Per i brindisini arriva un punto d’oro che permette di portare a quattro le lunghezze di vantaggio sull’ultima posizione e di ridurre di un punto lo svantaggio dalla zona salvezza.  Zona salvezza che vede mettersi sempre più in sicurezza il San Vito. I biancoverdi espugnano Manduria infliggendo l’ennesimo colpo di grazia alla Don Bosco, sempre più ultima a quota tre. La lotta per non retrocedere direttamente resta comunque apertissima con l’Atletico Acquaviva che precede i manduriani di appena due punti.

Serie B: Gli arbitri designati per la 19a Giornata
Crispiano: ‘Buon Gusto & Masserie’, viaggio in una terra d’amare