ALTRI SPORT

Boxe: Al ‘Città di Taranto’ il secondo match PRO di Attolino

Comunicato stampa
05.07.2019 18:09

Dopo lo spettacolare match dell’11 maggio scorso che lo ha visto al debutto nel vincente confronto con Roberto Elce, il pugile professionista della Quero-Chiloiro Cosimo Attolino torna sul ring per il suo secondo match pro’ nella categoria dei pesi medi che si svolgerà sulle sei riprese da tre minuti. Manca, infatti, meno di una settimana all’attesissima data di giovedì 11 luglio quando, in occasione  del XVIII Trofeo città di Taranto che avverrà nella centralissima piazza M. Immacolata a Taranto, il boxeur tarantino incrocerà i guantoni con il piemontese Ruben Sciortino.

Cosimo Attolino, classe ’98, proveniente dall’attività del settore giovanile della Quero-Chiloiro con la quale è più volte stato campione italiano, ha uno score da dilettante di 44 match, di cui 34 vinti, 3 pareggiati e 7 persi, carriera che gli ha consentito più volte di indossare la maglia azzurra e che lo ha portato al recente passaggio nel professionismo per il quale la sua società ha ritenuto fosse pronto. L’esordio nei pesi medi è stato una conferma del talento del giovane boxeur che dedica la sua vita alla noble art con costanza e passione. 

Attolino sta lavorando sodo per questo secondo match, la voglia di combattere davanti al suo pubblico e di vincere è ancora più forte del caldo che rende gli allenamenti più faticosi e sono ben due al giorno, uno al mattino per curare la parte atletica e nel pomeriggio si lavora sulla parte tecnico-tattica-strategica. “Abbiamo studiato attentamente l’avversario con la match analysis, nei suoi punti forti e deboli” dichiara il maestro Cataldo Quero, “Attolino è molto concentrato, introverso e taciturno in questo momento di preparazione fisica e psicologica; lo vedo carico e mi aspetto un bel match”. 

D’altra parte, Ruben Sciortino, classe ’92, si presenta come un ottimo avversario ed è nel pieno della maturità atletica dei suoi ventisei anni. Tesserato con la GBC Team Promotion di Davide Giordano, l’atleta torinese è al suo secondo incontro di pugilato professionistico e ha una lodevole carriera di muay thai alle spalle: 15 match da dilettante, 22 da professionista con 16 match vinti, di cui 5 per KO, è stato campione italiano nei dilettanti e due volte campione europeo nei PRO. 

“L’esperienza da ring del mio avversario è considerevole ma non mi spaventa”, dichiara il pugile Cosimo Attolino durante un momento di pausa dagli allenamenti, “la preparazione sta andando bene, in palestra i maestri Cataldo Quero e Cosimo Inerte mi danno ogni giorno tanta carica e sul ring darò il massimo; il match lo costruirò come sempre “ripresa per ripresa” ascoltando i maestri all’angolo. Sono emozionato e contento perché ho combattuto due volte da dilettante in piazza Immacolata e ci tornerò giovedì prossimo con una nuova maturità pugilistica”.

Cinema: Il 6 luglio all'Ariston di Taranto la prima di Dafne
Taranto: Mercato, Favetta sarà ancora rossoblù