Giovanili

Juventus U17 - Giandomenico Basso: 'Sto vivendo un sogno e spero di arrivare il più lontano possibile'

Cosimo Vestita
10.08.2019 13:20

Continua il sogno del giovane portiere alla corte della “Vecchia Signora”. Grottagliese di nascita, classe 2003, e ben 193 cm di speranze, il riconfermato Giandomenico Basso - alla vigilia della terza stagione in maglia bianconera, che lo vedrà protagonista con l'Under17 targata 2019/2020 - guidata dal tecnico milanese Francesco Pedone - concede a Blunote un’intervista tra passato e futuro:

"Avere intrapreso questa esperienza all'età di 14 anni è stato un passaggio importante. Sono passato da un paese della Provincia di Taranto ad una grande città come Torino. Ho cambiato scuola e incontrato nuovi amici. Posso dire che si tratta di un ambiente sicuramente diverso, da vivere con l’entusiasmo di chi ha nuove strade da percorrere. Abitare a Torino lontano dai miei genitori mi sta aiutando a crescere più in fretta. Affrontare tutto ciò a 1000 km di distanza, senza il sostegno della famiglia, in ogni caso ti responsabilizza e impari velocemente a gestire la tua vita in modo più autonomo. Devo sottolineare che la società ci mette a disposizione uno staff di tutto rispetto per farci sentire a nostro agio, considerando anche quanto detto prima. Possiamo contare su professionisti qualificati come psicologi, tutor ed educatori, che seguono ogni fase della nostra giornata, in particolar modo in questo momento per me delicato, in quanto sono in fase di riabilitazione dopo un fastidioso infortunio e spero di recuperare al più presto”.

Il tuo futuro?: “Il mio futuro? Innanzitutto sto vivendo un sogno e spero di arrivare il più lontano possibile. Mi impegnerò al massimo, non mollo. Voglio raggiungere l’obiettivo che ho sempre coltivato sin dagli anni in cui giocavo nell’ ASD Azzurra, ex squadra di origine. D’altronde questa è un’opportunità irripetibile, che sto vivendo in una delle società più importanti e blasonate del calcio europeo. Si prospetta quindi per me un percorso molto impegnativo. Insomma farò tutto il possibile per realizzare i miei desideri”.

Qual è il giocatore della Juve che ti piace di più? “Senza dubbio, e non è un caso,  il  giocatore che ho sempre ammirato, sin da piccolo, è Cristiano Ronaldo. Mai avrei immaginato di poterlo incontrare di persona, ammirarlo durante gli allenamenti e magari scambiarci due parole”.

Blunote e Corriere ti regalano il cinema con Chili
Premio ‘Atleta di Taranto’: Cominciato il conto alla rovescia