FUTSAL

Futsal B/M: Volare Polignano a caccia della prima gioia interna

Ultima del girone di andata per i rossoverdi. Ed il neo acquisto Ricci si presenta ai suoi nuovi tifosi

15.12.2017 09:15

Valentino Ricci, universale classe 1997

E’ uno dei grandi colpi del mercato invernale della Volare Polignano, di sicuro il più “prestigioso” visti i suoi trascorsi nella nazionale italiana di futsal. Stiamo parlando di Valentino Ricci, universale classe 1997, che sabato scorso, in occasione della vittoriosa trasferta in casa dell’Orsa Aliano,ha fatto il suo esordio in rossoverde. Proveniente dal Città Porto San Giorgio, via Block Stem Cisternino, il giovane calcettista si è subito calato nella sua nuova dimensione, dimensione in cui ha potuto riabbracciare mister Pablo Parrilla con il quale ha condiviso parte della sua avventura citranese. Ricci, ovviamente, sarà in campo anche sabato prossimo in occasione dell’ultima gara del girone di andata ovvero la sfida interna contro la Rasulo Edilizia Bernalda, match in cui la Volare andrà alla ricerca della prima vittoria casalinga del campionato: “Sarà una gara che, guardando la classifica, dovrà essere giocata a viso aperto – spiega Valentino Ricci nella sua prima intervista da rossoverde – Ci stiamo allenando al 110% per arrivare dove tutti speriamo. Sono sicuro che il nostro pubblico ci darà una grossa mano, e noi in campo daremo tutto per portare a casa i 3 punti”. Come detto contro l’Orsa Aliano Ricci ha debuttato in maglia polignanese dando un saggio delle sue qualità che lui sintetizza così: “Penso di essere un giocatore sia offensivo che difensivo. La mia caratteristica migliore sono gli ‘uno contro uno’ in attacco, soprattutto per saltare l’uomo e mettere in porta un compagno”. Per Ricci, dunque, si apre un nuovo capitolo della sua carriera, un capitolo che vuole affrontare con grande entusiasmo: “Ho scelto questa squadra per vari motivi. Il primo è il tifo. Quando abbiamo giocato qui a Polignano con il Cisternino nella gara di Coppa, ho ammirato un pubblico molto caloroso che ha lottato per tutta la partita insieme alla squadra nonostante la grande forza dell’avversario. Altro motivo che mi ha convinto ad accettare è la presenza del ds Nicoló (Trisciuzzi, ndr), con cui parlai ad inizio anno per poi prendere, sfortunatamente, strade diverse: dico sfortunatamente in quanto mi sono accorto solo ora di aver fatto la scelta sbagliata anche perché, appena arrivato, ho subito visto una grande accoglienza data da una società che merita anche categorie superiori. L’ultimo motivo è mister Parrilla, un grandissimo allenatore con cui mi sono allenato per un anno intero, quello scorso, al Cisternino. Ho imparato a conoscerlo e ho scelto di seguirlo ancora perché è un tecnico che crede molto nei giovani e li spinge in campo dando insegnamenti e trasmettendo molta sicurezza. Il nostro obiettivo è conquistare un posto ai play off. Da quando ho iniziato ad allenarmi qui ho notato una grande energia che, se usata anche in partita, ci aiuterà a toglierci grandissime soddisfazioni”. Al Pala Gino D’Aprile fischio d’inizio alle ore 16.

Commenti

Basket Serie A: Brindisi, scelto il nuovo allenatore
Ippica: Paolo VI, esito a sorpresa nel clou riservato ai due anni