Eccellenza

Brindisi: Procida, 'La festa? Se ci penso ho la pelle d'oca'

Alessio Petralla
15.06.2019 15:25

E’ stato uno dei protagonisti della promozione in Serie D del Brindisi, l’esterno offensivo Paolo Procida che a Blunote rivive i momenti cruciali delle ultime settimane: “È stata un emozione unica aver contribuito a riportare la gente allo stadio: partendo da zero, è stato un grande risultato. i playoff erano in 5000. Inoltre, non mi aspettavo di trovare più di mille tifosi festanti all’1:30 di notte. Solo a pensarci mi viene la pelle d’oca: da brindisino provo grandi sensazioni”.

LA GARA: “Eravamo fiduciosi già dopo il rientro in campo visto che durante la stagione più volte siamo rimasti in inferiorità numerica. Era quasi normale. Avevamo il cuore che batteva a duemila: la gara non finiva mai”.

LA TIFOSERIA: “Ringrazio tutti i tifosi che ci hanno supportato dall’inizio alla fine della stagione. Sono partito dal campionato di Promozione quando erano in trenta a incitarci. Questa promozione è anche merito loro”.

IL FUTURO: “Ancora non so cosa farò, non esiste nulla di certo. Il mio sogno è restare qui visto che da anni lotto per rivedere il Brindisi almeno in D”.

SERIE D: “Il Girone H è uno dei più difficili per le tante compagini blasonate. Inoltre, ci sono società che possono spendere e allestire squadroni, come Taranto e Casarano”.

Si ringraziano:

Taranto: Una nave da crociera approda in porto ‘a sorpresa’
Caldo torrido, scatta il piano di emergenza per gli anziani