Cultura, musica e spettacolo

Convegno su sicurezza sismica chiude il cartellone TerreinMoto

Si terrà il 4 maggio a Taranto, alla Facoltà di Ingegneria. È organizzato dall'Ordine degli Ingegneri in collaborazione con Sismalab. Saranno presenti autorevoli figure del settore. Intanto è ancora visitabile la mostra sui terremoti a Crispiano

30.04.2018 17:11

“Sicurezza sismica, una sfida sempre aperta. La sperimentazione cerniera tra tecnica e tecnologia”. È questo il titolo del convegno organizzato dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Taranto in collaborazione con Sismalab, che si terrà il 4 maggio, dalle 9.30, nell'aula magna della Facoltà di Ingegneria di Taranto (viale del Turismo, 8). Si tratta dell'atto finale del cartellone di iniziative TerreinMoto voluto da Sismalab, il laboratorio crispianese diretto da Ciro Caramia che testa dispositivi antisismici provenienti da tutto il mondo. Dopo la mostra della Protezione Civile “Terremoti d'Italia” e una serie di laboratori didattico-scientifici per i più piccoli, l'epilogo della manifestazione si rivolge agli addetti  ai lavori.

Alla luce della tragica e costante manifestazione di eventi sismici sul territorio Italiano e nel resto del mondo, la giornata si pone l’obiettivo di mettere a confronto e divulgare le conoscenze di diversi attori che intervengono nel settore antisismico per comprendere in che modo sono impegnate le istituzioni e le imprese nei confronti della riduzione del rischio sismico per la salvaguardia del nostro patrimonio e delle nostre vite. Gli organizzatori hanno coinvolto figure di grande esperienza e autorevolezza in questo settore. Oltre che da diverse città del nostro Paese, arriveranno a Taranto costruttori di dispositivi antisismici tedeschi, svizzeri e francesi. Coordinerà i lavori l'ingegnere Roberto Marnetto, uno dei massimi esperti in Italia di antisismica. La partecipazione al convegno dà diritto al riconoscimento di crediti formativi per gli iscritti all'Ordine degli Ingegneri (3 Cfp per la sessione mattutina e 3 Cfp per la sessione pomeridiana).

“Siamo onorati di accogliere i qualificati relatori che si sono mostrati immediatamente disponibili a venire in Puglia per il nostro convegno. - afferma l'amministratrice di Sismalab, Martina Caramia - Quest'anno abbiamo voluto organizzarlo all'università perché ci è sembrato il posto naturale in cui parlare di sicurezza sismica. La curiosità e la conoscenza non bastano mai, ne siamo convinti. Ecco perché stiamo già pensando alla prossima edizione del progetto TerreinMoto”.

Intanto la mostra “Terremoti d'Italia” è ancora visitabile nel piazzale dell'istituto comprensivo “F. Severi” a Crispiano. Sarà aperta al pubblico fino al 20 maggio, dal lunedi al sabato (ore 9-13, 16-19), con due aperture straordinarie domenicali previste per il 13 e 20 maggio. Le scuole che volessero far visitare l'esposizione ai propri studenti possono prenotare telefonando al numero 329.1589904.

D'ora in poi, invece, tramite un form sul sito www.sismalab.it chiunque potrà prenotare la visita al laboratorio Sismalab sito in contrada Alezza a Crispiano.

 

Questo il programma completo del convegno:

Parte A (la partecipazione dà diritto al riconoscimento di 3 crediti formativi per i professionisti appartenenti all'ordine degli Ingegneri italiano) 

 

- ore 9.30 Registrazione partecipanti 

- ore 10.00 Ing. Davide Mancarella (in rappresentanza dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Taranto) e Martina Caramia (amministratrice della Sismalab srl)

▪ Saluti 

- ore 10.10 Ing. Giulio Camossi per FPC Italia 

▪ Isolamento con isolatori a pendolo - La piattaforma logistica di Trieste: concezione, progetto e sperimentazione 

- ore 10.45 Ing. Luigi Massa per TENSA 

▪ Aggregato edilizio “Gagliardi Sardi”, L’Aquila – Intervento conservativo, di messa in sicurezza e di adeguamento sismico mediante isolamento alla base e ponti strallati di Bari e Cosenza- Protezione sismica mediante dispositivi isteretici a comportamento elasto-plastico dipendenti dallo spostamento 

- ore 11.20 Prof. Ing. Alessandro Balducci per SEITEC 

▪ Il sistema innovativo di protezione sismica a torri dissipative 

- ore 11.55 Ing. Marco Zucconi per Mageba 

▪ Sakarya Hospital - Pendoli e Fluid Viscous Damper. Isolamento sismico di edifici sensibili in aree ad alta attività sismica 

- ore 12.20 Ing. Pasquale Martimucci per TEC srl 

▪ Dispositivi antisismici “Shock transmission unit” - Adeguamento sismico del secondo anello dello stadio Meazza di Milano 

 

- ore 13.00 Pausa pranzo (a cura dei gentili partecipanti)

 

Parte B (la partecipazione dà diritto al riconoscimento di 3 crediti formativi per i professionisti appartenenti all'ordine degli Ingegneri italiano)

 

- ore 14.00 Ing. Maria Chiara Castino per SOMMA srl 

▪ Adeguamento sismico del Palazzo dell’ Emiciclo, sede del Governo della Regione Abruzzo, Isolamento Devlet Bahceli Bridge in Adana 

- ore 14.35 Ing. Gianluca Pellegrino e Ing. Ciro Caramia per Sismalab 

▪ Sismalab, un laboratorio in continua evoluzione 

- ore 15.05 Ing. PhD Emanuele Gandelli per MAURER SE 

▪ Damper isteretici innovativi per strutture in acciaio 

- ore 15.40 Ing. Alessandro Vari per Edil Cam 

▪ Intervenire sull’esistente: il miglioramento e l’adeguamento sismico mediante il sistema Cam® 

- ore 16.15 Prof. Ing. Giuseppe Carlo Marano, professore presso il Politecnico di Bari 

▪ Legame tra teoria sperimentazione e pratica 

 

Coordina Ing. Roberto Marnetto 

Info e registrazione: www.sismalab.it - segreteria@pneoilgroup.it 

 

Volley C/M: Playoff, Grottaglie cade in casa con lo Specchia
F.L. Tornei: Al via la 1a edizione del ‘Taranto Città Due Mari’