BASKET

Basket A1/M: Mercato, un pivot e un'ala per Brindisi

21.08.2017 14:08

NUOVI ARRIVI Cady Lalanne (a sinistra) e Brian Landle

La New Basket Brindisi ha ufficializzato gli ingaggi di Cady Lalanne, pivot di nazionalità haitiana, s di Brian Landle, ala americana.

CADY LALANNE Nato a Port-au-Prince il 22/4/1992, altezza di 208 cm per 113 kg, proviene dall’ultima annata disputata in Cina allo Zhejiang Golden Bulls e in Porto Rico ai Capitanes de Arecibo. Nel 2015 venne selezionato dai San Antonio Spurs con la scelta n.25 al second round del draft NBA. Dopo aver completato il percorso delle high school a Orlando con gli Oak Ridge, nel 2011 scelse l’University of Massachusetts Amherst per iniziare a confrontarsi con il mondo NCAA. Quattro anni di costante crescita, disputando nelle ultime tre stagioni tutte e 32 le partite in programma fino a sfiorare la doppia doppia di media nel 2014-15 con 11.6 punti e 9.5 rimbalzi più 2 stoppate a partita.  Gli occhi dei San Antonio Spurs ricadono sulle proprie qualità, tanto da essere draftato al secondo giro nel 2015. Nella stessa estate centra la finale di Summer League in Utah e vince l’edizione di Las Vegas in maglia Spurs, i quali decidono di girarlo in D-League al team satellite degli ‘Austin’, dove in 56 match mette a segno 12.4 punti (52% da 2, 32% da 3 e 67% ai liberi), 7.4 rimbalzi e 1.2 stoppate di media. Una stagione ad alti livelli che gli vale la partecipazione all’All Star Game e l’accesso alla semifinale di Lega. La prima esperienza al di fuori dei confini USA è in Porto Rico nel 2016 con i Capitanes de Arecibo, squadra con cui conquista il titolo nazionale alla media di 10.8 punti, 6.5 rimbalzi con il 45% da 2, il 42% da 3 e il 74% dalla lunetta.  La scorsa stagione intraprende la strada della Cina firmando allo Zhejiang Golden Bulls con cui timbra la doppia doppia da 17.1 punti + 10.3 rimbalzi a match per poi decidere ritornare in Porto Rico ai Cap. de Arecibo. Qui in due occasioni viene premiato come ‘Player of the week’.

BRIAN LANDLE Due campionati israeliani (Hapoel Gilboa Galil Elyon 2010-11, Hapoel Gerusalemme 2016-17), due coppe d’Israele (Maccabi Tel Aviv 2015, 2016) e una supercoppa israeliana (Hapoel Gerusalemme 2016): questo il ricco palmares di Brian Charles Randle. Classe, leadership ed esperienza al servizio della New Basket Brindisi. Nato a Peoria l’8 febbraio 1985, è un’ala americana di 203 cm per 100 kg che ha mosso i primi passi nella Peoria Notre Dame High School. Dal 2003 al 2008 completa il quadriennio in NCAA all’Illinois Fighting Illini (vincitore della Big 10 regular season al primo anno) per poi intraprendere la prima esperienza in Europa all’Hapoel Gilboa con cui firma un biennale. Al primo anno viene nominato dal sito specializzato Eurobasket ‘Difensive Player of the Year’ e inserito nel secondo quintetto della Lega in virtù dei 13.3 punti, 7.1 rimbalzi, 1.7 recuperi, 1.3 assist e stoppate a partita. Nel 2010-11 vince il suo primo titolo nazionale da grande protagonista come miglior rimbalzista della Premier League Israeliana e miglior ala grande della stagione. Le successive due stagioni le trascorre all’Hapoel Gerusalemme esordendo in EuroCup dove in 8 partite realizza 13 punti e 6.3 rimbalzi di media. Nel 2012 si conquista la nomination nel primo quintetto difensivo del campionato e la convocazione all’All Star Game di Lega. L’unica parentesi al di fuori dei confini israeliani avviene in Germania all’Alba Berlino (2 match disputati in Euroleague), in cui rimane fino al febbraio 2013 per poi terminare la stagione all’Hapoel Tel Aviv. Tappa successiva è il Maccabi Haifa con cui disputa un EuroCup ad alto livello da 12 punti e 5 rimbalzi di media in 14 match. Nel 2014 arriva la chiamata dei campioni d’Europa del Maccabi Tel Aviv: due le coppe di lega conquistate in 2 anni, arricchite dalla partecipazione in finale di Coppa Intercontinentale con i brasiliani del Flamengo e dalla vetrina europea. Numeri di tutto rispetto in Euroleague: 25 partite al primo anno allo score di 12 punti, 5.6 rimbalzi, 2 assist, 1.5 recuperi e 1.2 stoppate con il 62% da 2 e ai liberi arrivando fino alla seconda fase dei playoffs. Nel gennaio 2017 firma con l’Hapoel Gerusalemme. La squadra di coach Pianigiani e dell’ex biancoazzurro Jerome Dyson conquista il campionato, la Coppa di Lega e raggiunge le semifinali in Eurocup.

Ufficio stampa New Basket Brindisi

Taranto: Ecco il comunicato costato caro a Zelatore
Avetrana: Un acquisto dalla Libertadores e il punto sul mercato