TARANTO

Potenza: Ragno, 'Col Taranto è la gara della vita'

Il tecnico a Blunote: 'Ai ragazzi ho chiesto l'ultimo sforzo...'

Alessio Petralla
27.04.2018 15:04

Serenità in casa Potenza dopo il ko di coppa in quel di San Donato Tavarnelle: la squadra lucana è concentratissima sul Taranto come spiega, a Blunote, il tecnico Nicola Ragno: “Mercoledì non è successo niente, anche perché l’obiettivo è il campionato. La prossima partita è importantissima. A livello personale mi dispiace per quest’eliminazione visto che nella passata stagione ero uscito in semifinale. La squadra era rilassata ma per domenica ci sono le giuste motivazioni. Se ci fossimo trovati in un’altra posizione, mercoledì, sarebbe stata una partita diversa. Siamo proiettati al Taranto”.

FORMAZIONE: “A parte Berardino sono tutti a disposizione”.

IL TARANTO: “Ha fatto tanti punti e quindi ha grandi valori. All’andata avevano qualche problema con la tifoseria: è una piazza difficile, molto passionale. In quell’occasione poteva, anche, finire 0-3 o 2-2. Ora il pubblico è tornato allo stadio e esiste unità d’intenti tra tutte le componenti”.

LA GARA: “Abbiamo la necessità di vincere, cercando di farlo con grande rispetto. Giocheremo la partita della vita perché vogliamo sigillare questo strepitoso campionato. Oltre i tre ko non abbiamo mai sbagliato nulla, avendo una media punti altissima, anche rispetto ad altri gironi. Abbiamo fatto qualcosa di grandioso: in altri raggruppamenti avremmo già vinto”.

LA CORNICE: “Sarà una bella partita con una cornice di altra categoria. Ciò, fa capire che non si affrontano due formazioni di serie D. La città di Potenza vive questo momento magnificamente, dopo che nel recente passato ha rischiato di retrocedere. Si sta sognando. Dal 9 luglio con Caiata, abbiamo stretto un rapporto importante con i tifosi che hanno risposto alla grande standoci sempre vicino. In trasferta ci hanno sempre sostenuto mantenendo, in casa, la buonissima media di 2500 spettatori. Vogliamo regalare questa grande soddisfazione: questa città lo merita”.

LE INSIDIE: “Il Taranto va rispettato tutto, dalla difesa all’attacco. Gli ionici, in rosa, hanno gente che può far male in qualsiasi momento. Attaccheremo come al solito sfruttando le nostre doti e cercando di esprimere buon gioco. Settantasette punti non si fanno per caso. Ai ragazzi ho chiesto un ultimo sforzo per cercare di chiudere i giochi”.

FOTO SALVATORE

Si ringraziano:

 

Commenti

Taranto: Juniores Cup 2018, convocati Cardea e Rizzo
Eventi: A Taranto la Festa del Libro 2018